Alcamo-Elezioni comunali, oltre 40 mila gli aventi diritto al voto

Alla data di oggi sono quarantamila e 48 gli aventi diritto al voto nel Comune di Alcamo. 19 mila e 377 gli uomini, 20 mila 671 le donne. A queste cifre vanno sommate quelle che si definiscono liste aggiunte dove figurano cittadini stranieri provenienti dai paesi dell’Unione europea e che risiedono ad Alcamo. Si tratta di 199 donne e 157 uomini. Le sezioni in totale sono 41. Per quanto riguarda la nomina degli scrutinatori il sorteggio, in pubblica adunanza, avverrà il giorno 24 maggio alle ore 11 al centro congressi Marconi. Come è noto si voterà solo nella giornata di domenica 5 giugno dalle 7 alle 23. E in caso di ballottaggio alla stessa ora del 19 giugno. Mentre ferve la campagna elettorale fatta di riunioni, comizi in piazza e di quartieri. Incontri ravvicinati di vario tipo. Cene e pizziate per raccogliere i soldi per la campagna elettorale. Per aprire comitati.  Soldi da impiegare nel segno della sobrietà e trasparenza per come prevede la legge. Nei comuni da 15 mila a 100 mila abitanti, dove rientra Alcamo, il candidato sindaco può spendere sino ad un massimo di 25 mila euro più un euro per ciascun elettore. Per i candidati consiglieri spesa massima di 5 mila euro più 0,05 centesimi per ciascun elettore. Limitazioni delle spese anche per partiti, movimenti politici e liste. Il punto di riferimento per la gestione dei fondi è il mandatario elettorale. Le spese debbono rientrare nel protocollo di regime previsto dall’articolo 13 della legge 1996 del 2012. Per quanto riguarda facsimili e manifesti il costo varia a seconda del numero che viene commissionato. Lavorano a pieno regime le tipografie del circondario, mentre gli 8 candidati a sindaco illustrano i loro programmi per cercare di conquistare voti, ed è iniziata anche la caccia delle preferenze porta a porta. Gli argomenti dei programmi spesso coincidono ma con sfumature diverse. Si cerca di conquistare un elettore che, come dimostrato dalle ultime consultazioni, è molto disincantato come si evince dai dati sull’assenteismo.