Alcamo, domani debutta la “Giornata del regalo”

0
436

Domani debutta la “Giornata del regalo” ad Alcamo. Una giornata in cui l’uso del denaro viene abolito e si afferma invece il valore del dono. In città l’assessorato alla Cultura, guidato da Selene Grimaudo (nella foto), ha come obiettivo la promozione della cultura della solidarietà e dello scambio tra persone in un momento difficile per la nostra società e di crisi economica per molte famiglie. “L’evento – spiega l’assessore Grimaudo –  si configura come una festa in cui chi lo desidera farà e riceverà regali. Sarà abolito l’uso del denaro e tutto verrà scambiato gratuitamente e senza vincoli di baratto, per il semplice piacere di “donare” all’altro in cambio di un sorriso. Si possono regalare cibo, abiti, libri, oggetti usati e nuovi, si possono fare consulenze e ripetizioni, tenere lezioni sugli argomenti più vari, si darà la possibilità agli artisti di regalare la loro musica, teatro, danza, e uno spazio per incontri, conferenze e dibattiti presso l’auditorium del Collegio e di conseguenza, ognuno può beneficiare di ciò che gli altri sono disposti a dare, tutto nell’arco della giornata”. Una situazione che mette in discussione l’idea che il denaro sia l’unico modo per misurare la ricchezza e contemporaneamente l’occasione per darsi, non solo simbolicamente, una mano regalando ciò che si può a chi lo gradisce e soprattutto a chi ne ha bisogno: “Un’opera collettiva – aggiunge l’assessore – che è al tempo stesso un regalo che la comunità fa a se stessa”. L’iniziativa si svolgerà presso l’atrio del Collegio dei Gesuiti, ogni ultima domenica del mese, dalle 10 alle 20, a partire per l’appunto da domani.