Alcamo-Disagio giovanile: sabato medici ed esperti in piazza Ciullo

0
487

 

Si svolgerà sabato prossimo, 26 novembre, in piazza Ciullo ad Alcamo, la manifestazione organizzata dalla “Rete infanzie, adolescenze e famiglie” del Distretto socio-sanitario 55, per rendere pubblico il progetto “Spazio Adolescenti” e per incontrare e informare la popolazione giovanile.

L’evento, che si svolgerà dalle 18:30 alle 24, è patrocinato dal Comune, con il quale il distretto sanitario di Alcamo dell’ASP ha in itinere un protocollo d’intesa per istituire in città un centro d’ascolto sul disagio giovanile.

“Grazie al protocollo d’intesa fra ASP ed Amministrazione Comunale – afferma l’assessore ai Servizi sociali Nadia Saverino – sarà realizzato un vero spazio d’incontro per gli adolescenti, infatti gli operatori dell’ASP del Gruppo di lavoro “Rete Aziendale Infanzie Adolescenze e Famiglie” si dedicheranno ogni martedì pomeriggio, in un ambiente neutro, all’ascolto ed alle problematiche adolescenziali, con la presenza di diversi operatori quali psicologi, assistenti sociali ed infermieri. Il Comune, invece – continua l’assessore – si impegna a garantire la disponibilità del locale sito in via XI Febbraio e a sostenere le attività proprie dello Spazio Adolescenti, attraverso iniziative pubbliche rivolte alla cittadinanza per la sensibilizzazione e la divulgazione dei percorsi dedicati ai minori e alle loro fragilità”.

Lo sportello, gratuito, sarà operativo dal 6 dicembre ogni martedì pomeriggio dalle 16:30 alle 18:30 in via XI febbraio, 14/A.

“Obiettivo della manifestazione – ha spiegato il direttore generale dell’ASP Fabrizio De Nicola – è quello di far conoscere i vari servizi che l’azienda offre sul territorio, in particolare quelli destinati ai giovani per la prevenzione di devianze e dipendenze, e favorendo inoltre il contatto tra cittadini e istituzioni”.

“In un gazebo che allestiremo in pazza – ha annunciato il direttore del distretto Calogero Minore – saranno presenti i responsabili e il personale di consultorio familiare, Sert, servizio di psicologia, neuropsichiatria infantile, dipartimento salute mentale, che potranno confrontarsi con i ragazzi per promuovere il loro benessere psico-fisico. Incontri – sottolinea Minore – che saranno intervallati da momenti d’intrattenimento anche musicale”.