Alcamo-Danneggia gli uffici dei servizi sociali del Comune, disoccupato denunciato

0
273

Voleva lavorare a tutti i costi per il Comune di Alcamo e svolgere l’attività di prestazione d’opera prevista per i soggetti svantaggiati disoccupati. Quando è arrivato all’ufficio dei Servizi sociali è andato in escandescenza perché non voleva compilare la domandina. Prima ha danneggiato il posacenere, prendendolo a calci, e poi con furia ha spaccato la porta a vetri dell’ufficio. Mattinata movimentata nella sede distaccata del municipio di via Verga, nei locali che un tempo ospitava il tribunale e che ora invece sono in parte stati destinati per i servizi sociali. Un alcamese di 36 anni è stato denunciato dai vigili urbani con l’accusa di danneggiamento. E’ stato protagonista lunedì scorso, ma la notizia è filtrata solo oggi, di un episodio ad altissima tensione che rischiava davvero di degenerare. Solo l’intervento dei vigili urbani, che hanno cercato in qualche modo di assecondare l’uomo, ha evitato il peggio. Tutto comincia quando il 36enne si presenta all’ufficio per chiedere di essere inserito all’interno del progetto di work experience che ogni anno organizza il Comune, dando la possibilità agli indigenti di effettuare lavori di pubblica utilità in cambio di un’indennità. Gli impiegati fanno presente all’uomo che serve la compilazione di un modulo per potere accettare la sua istanza ma in quel momento scatta la follia. Il 36enne va in escandescenze sostenendo di non essere in grado di fare la domanda e che al sindacato gli erano stati chiesti soldi per poterla completare. Così ha prima preso a calci un posacenere, poi accompagnato fuori da un agente della polizia municipale ha sbattuto con violenza la porta facendo frantumare la vetrata. Per riportare tutto alla calma un vigile urbano lo ha accompagnato al vicino Caf dove è stato aiutato a compilare il modulo da consegnare all’ufficio dei Servizi sociali. Dopodichè, con il supporto dei carabinieri chiamati a supervisionare che la situazione non degenerasse, il 36enne alcamese è stato portato al comando di polizia municipale dove è stato identificato e denunciato all’autorità giudiziaria per danneggiamento. “Attendiamo la responsabile dell’ufficio del Servizi sociali – sottolinea il capo dei caschi bianchi, Giuseppe Fazio – per formalizzare la denuncia”. Attraverso la misura del work experience in questi anni il Comune ha lavorato proprio sul fronte del contrasto al disagio sociale e alla povertà. Le aree di intervento sono quelle della manutenzione e pulizia di strade e impianti comunali, servizi di vigilanza e guardiania, custodia e manutenzione del verde pubblico e del patrimonio comunale e servizi turistici, culturali e sociali.