Alcamo, Cusumano ricorda: attivo il centro raccolta comunale rifiuti

L’assessore all’Ambiente del Comune di Alcamo, Salvatore Cusumano ricorda alla cittadinanza che dal 2 gennaio scorso è aperto ad Alcamo il CCR, il centro di raccolta comunale (detto anche stazione ecologica), un servizio a disposizione della comunità cittadina per incrementare la raccolta differenziata e disincentivare l’abbandono abusivo dei rifiuti sul territorio comunale.

Il CCR (il cui soggetto gestore è Aimeri Ambiente) di contada Vallone Monaco (ex discarica comunale) è un’area strutturata, sorvegliata e gestita dove i cittadini possono conferire in sicurezza i rifiuti urbani, in particolare quelli ingombranti, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, sfalci di potatura, gomme di auto, imballaggi in carta e cartone, in plastica, in legno, in metallo, imballaggi in materiali misti, in vetro, rifiuti di carta e cartone, rifiuti in vetro, frazione organica umida, abiti e prodotti tessili, solventi, acidi, miscugli o scorie di cemento, mattoni, mattonelle, ceramiche, rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, batterie ed accumulatori diversi, rifiuti prodotti dalla pulizia di camini, terra e roccia, altri rifiuti non biodegradabili etc.

Gli orari del CCR sono: dalle ore 8.30 alle ore 12.30, ogni giorno, esclusi i festivi.

«A breve – afferma Cusumano – sarà disponibile un servizio di pesatura dei rifiuti con il rilascio di ricevuta valevole al fine di eventuali sconti per la parte variabile sulla tassa dei rifiuti».

«È usanza dei cittadini alcamesi fare pulizie, piccoli lavori di manutenzione e potatura, nelle case di villeggiatura, spesso abbandonando quanto ritenuto inutile ai margini delle strade – aggiunge il vicesindaco – questo materiale, invece deve essere conferito presso il CCR al fine di evitare sanzioni amministrative».

«A breve – conclude – saranno operative le disposizioni per le potature nelle zone di villeggiatura e la nuova ordinanza per vietare il volantinaggio che, ormai purtroppo aumenta incondizionatamente la quantità dei rifiuti sul territorio comunale, smaltire i rifiuti solidi urbani è un’emergenza sanitaria e di igiene pubblica cui questa Amministrazione è sempre vigile».