Alcamo-Congresso del Pd, Giulia Calvaruso, eletta segretario

0
471

 

Giulia Calvaruso, 25 anni, laurea in Scienze politiche ed un’altra in corso di conseguimento, è il nuovo segretario del Pd alcamese. Unica candidata è stata eletta ieri per acclamazione, così come Massimo Ferrara alla carica di presidente del partito e Gaetano Vallone, presidente del direttivo. Eletti anche i 22 membri del direttivo. Tutto secondo copione come, fra l’altro, annunciato durante vari servizi sul tg di alpauno. Giulia Calvaruso ha, tra l’altro affermato, di “volere fare squadra e lavorare per far crescere una nuova classe dirigente” puntando “ad iniziative concrete, e non a slogan per tradurre le proposte politiche in azioni finalizzate a rilanciare la città e i suoi settori produttivi”. Con l’entusiasmo della neofita ha detto “di volere creare tavoli di lavoro dove i protagonisti debbono essere i cittadini”. Numerosi gli interventi tra i quali quelli del neo presidente Massimo Ferrara, del segretario provinciale Marco Campagna, di Domenico Venuti della direzione regionale e dell’onorevole Paolo Ruggirello. Questi fra l’altro ha puntato il dito sulla esclusione dal voto dei tesserati on line. Ha replicato Campagna il quale ha affermato “che le regole dei tesseramenti sono state rispettate”. Dopo oltre due anni di reggenza il Pd ha un nuovo segretario per la cui elezione lo sponsor principale è stato l’ex consigliere e assessore Ignazio Filippi, coadiuvato in questo lavoro dall’ex consigliere provinciale della Margherita, Nicola Bambina. Diversi gli interventi tra i quali quelli dell’ex presidente del consiglio comunale Giuseppe Scibilia, che si è dimesso dalla carica di tesoriere. Scibilia, pur appoggiando Giulia Calvaruso non ha mancato di lanciare qualche frecciata polemica sostenendo “che sarebbe stato opportuno fare le primarie per la scelta del segretario”. Un breve discorso con disamina politico-amministrativa anche da parte di Alessandro Longo, Roberto Calvaruso ed Enzo Cusumano. Tantissime le assenze di persone che hanno militato nel Pd e che continuano anche a rivestire cariche a livello provinciale e regionale.

Giuseppe Maniscalchi