Alcamo: Comune, Piano Anticorruzione confermato

0
468

ALCAMO (TP) – L’amministrazione comunale vara il nuovo piano Anticorruzione, aggiornato in ogni suo punto. Ad essere confermata essenzialmente la blindatura a doppia mandata degli uffici comunali considerati più a rischio come l’assessorato ai Lavori pubblici o il comando di Polizia municipale. Dopo l’approvazione nelle scorse settimane del Piano da parte del responsabile Anticorruzione, il dirigente del Comune Sebastiano Luppino, ora arriva un aggiornamento così come prescrive la legge in materia di gestione della pubblica amministrazione. “Il Piano – afferma il sindaco Sebastiano Bonventre – intende disegnare un’efficace strategia di anticorruzione e al riguardo sono stati coinvolti i cittadini proprio nella fase di elaborazione e aggiornamento del piano stesso”. Sono rimaste intaccate le linee guida stabilite dal Comune per i relativi adempimenti, le attività e gli obblighi. Siamo in presenza di un provvedimento che sostanzialmente “blinda” gli uffici da possibili infiltrazioni della criminalità organizzata e dalle insidie della corruzione. Sono infatti contenute misure che dispongono una serie di iniziative che faranno da scudo agli uffici pubblici, quelli in particolar modo segnalati dal ministero dell’Interno come obiettivi sensibili. Per tutte le ripartizioni organizzative del Comune sono ritenute attività ad elevato rischio di corruzione tutti i procedimenti di autorizzazione o concessione; scelta del contraente per l’affidamento di lavori, forniture e servizi, anche con riferimento alle modalità di selezione prescelta ai sensi del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture; concessione ed erogazione di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari, nonché attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati; concorsi e prove selettive per l’assunzione del personale e progressioni di carriera. In particolare dal Comune di Alcamo sono stati indicati gli interventi organizzativi volti a prevenire tutta una serie di rischi; non disciplina comunque protocolli di legalità o di integrità, ma ne disciplina le regole di attuazione e di controllo; indica le procedure più appropriate. Per funzionari, dirigenti e dipendenti comunali sono previste poi tutta una serie di adempimenti sul piano pratico e morale a cui attenersi. Dall’introduzione di meccanismi di formazione, attuazione e controllo delle decisioni, al monitoraggio del rispetto dei termini previsti dalla legge o dai regolamenti per la conclusione dei procedimenti amministrativi; e poi ancora l’individuazione di specifici obblighi di trasparenza, ulteriori rispetto a quelli previsti da disposizioni di legge. Diversi sono, inoltre, gli adempimenti che deve curare il responsabile della prevenzione della corruzione, in attuazione del piano: tra questi la verifica dell’effettiva rotazione degli incarichi negli uffici dove più elevato è il rischio di corruzione e la predisposizione di percorsi formativi per i dipendenti destinati ad operare in aree a rischio, a seguito di apposita selezione.

Always eye catching designs and richly detailed
burberry outlet online Online Indian Formal Dresses for Less Than

Soak the applicator with the remover
wandtattooTea Length Dresses Can Be Inexpensensive yet Impressive