Alcamo, ciclista partinicese travolto da auto sulla 113. Gravissime condizioni

Girare sulle strade trafficate in bicicletta rappresenta sempre un serio rischio per i ciclisti che vedono sfrecciare sulla stessa carreggiata anche autovetture e mezzi pesanti. Il tratto della statale 113 fra Alcamo e Partinico da sempre ha amplificato questi rischi e spesso è stato teatro di incidenti anche molto gravi. L’ultimo è avvenuto questa mattina, intorno alle 9.30, nei pressi della piazzola di sosta, che precede la galleria di contrada Fico, in direzione Alcamo.

Un ciclista amatoriale di Partinico, Paolo D’Orio, titolare con la famiglia di una ditta di autodemolizioni, mentre si trovava proprio in quella pericolosamente utilizzata da tanti per invertire il senso di marcia, è stato colpito da una Mercedes nera che lo ha fatto praticamente volare alle spalle dell’autovettura che procedeva nella stessa direzione. I segni di tale dinamica sono rappresentati dai graffi sulla vernice metalizzata del mezzo (paraurti, vano motore e tetto).

Il settantacinquenne è rimasto immobile sull’asfalto e subito le sue condizioni sono apparse quasi drammatiche. La donna che era alla guida della Mercedes è invece incappata in un fortissimo stato di shock. Sul posto sono immediatamente intervenuti i sanitari del 118 che hanno rilevato un vasto trauma cranico con perdita di sangue, danni toracici e perdita della coscienza. Il partinicese è stato quindi stabilizzato, intubato e accompagnato in ambulanza al parcheggio dello stadio “Catella” per poi volare in elisoccorso verso il Trauma Center di Villa Sofia, a Palermo.

Dopo i rilievi sul posto dell’incidente, effettuati dalla Municipale di Alcamo con l’assistenza di una volante della polizia del locale commissariato, è arrivato il carro-attrezzi per prelvare i due mezzi posti, come da consuetudine, sotto sequestro. Mentre gli agenti stavano assistendo al prelievo della Mercedes, qualcuno è giunto sul posto con un camioncino ed ha preso la pregiata bicicletta che era appoggiata ad alcuni cumuli di rifiuti. Volontà di rubare il costoso mezzo? Idea che la bici era stata gettata via in mezzo all’immondizia o qualcuno vicino a D’Orio che è venuto apposta per recuperarla. La polizia municipale è quindi partita all’inseguimento del camioncino che però nel frattempo, si era dileguato.