Alcamo, chiusura in grande stile per il festival del cioccolato Kakawa

ALCAMO – Chiusura in grande stile per Kakawa, il festival del cioccolato organizzato all’interno del rinomato locale del “Jack the ripper” di Alcamo su iniziativa dell’associazione Art in progress. Tantissime le presenze che hanno apprezzato il mix tra spettacolo, gastronomia e arte. Si va dall’artista che ha realizzato una tela con del cioccolato, nelle varie sfumature di colore, raffigurando il noto e leggendario chitarrista rock Bob Marley al suggestivo spettacolo della danzatrice venuta fuori da una finta scultura in cioccolato. Ovviamente i fari sono stati principalmente puntati sulla singolare gara tra parrucchieri che hanno realizzato delle acconciature con del cioccolato. A vincere è stata la parrucchieria Ruffino di Alcamo che ha rappresentato nella testa di una della modelle un’acconciatura con ovetti e rose a legare i capelli; altrettanto belle le altre tre acconciature in gara: una è stata realizzata con rose di cioccolata bianche e nere, un’altra con altri fiori che raccolgono i capelli con spettacolare ornamento a spirale ed un’altra ancora invece con impasto di zucchero e cioccolato con tanto di foglie verdi. Ospiti di eccezione, componenti oltretutto della giuria, il maestro cioccolatiere di Modica Davide Puglisi e l’ambasciatore della Caffarel, azienda piemontese leader nel settore dolciario dal 1826, il partinicese Paolo Antico. La serata precedente ci sono state due gare di torta: in quella tra “pasticcerie” ha vinto il Flower di Castellammare del Golfo, mentre nella categoria dei “pasticceri dilettanti” ha avuto la meglio l’alcamese Rita Cannella. Straordinarie le due composizioni artistiche realizzate, una dalla pasticceria Flower di Castellammare del Golfo e l’altra dal maestro cioccolatiere di Modica Davide Puglisi che si è ispirato mettendo in risalto il legame tra la sua città di Modica e il maniero alcamese fatto realizzare dalla stessa dinastica dei Conti di Modica, e rendendo omaggio nel contempo al presidente dell’associazione organizzatrice dell’evento, Alex Portuesi di Art in progress, che è stato detentore del Guinness World Record nel 2012 per la tela colorata più lunga al mondo. Per realizzare questa due giorni davvero enorme il lavoro messo a punto dalla macchina organizzatrice