Alcamo, caso disabili isola pedonale: lasciapassare solo se autorizzati

Segnaletica modificata e per i disabili, ma attenzione non per tutti, torna l’opportunità di poter attraversare l’isola pedonale di corso VI Aprile, nel tratto che collega piazza Bagolino a piazza Ciullo. L’ufficio Traffico del Comune è andato a modificare la segnaletica che campeggiava lungo tutta l’isola pedonale in cui era evidente come fosse stata cancellata la parte in cui si disponeva l’accesso anche per i disabili. Questo per effetto della modifica dell’ordinanza: la prima, emanata dall’allora commissario straordinario del Comune Giovanni Arnone, e la seconda, quella del 2017, corretta dal sindaco Domenico Surdi. Che ci sia stato un corto circuito tra uffici è abbastanza evidente. In realtà, infatti, la nuova ordinanza non impediva l’accesso ai disabili ma semplicemente disponeva un accesso più controllato, vale a dire solo a coloro i quali venivano autorizzati dall’ufficio Traffico del municipio. E qui si è verificato l’inghippo: inspiegabilmente è stata del tutto eliminata l’opzione di accesso ai disabili dai cartelli i quali, di fatto, non avevano più l’accesso all’isola pedonale in nessun modo. La questione è stata sollevata dal marito di una disabile: “Sia il sindaco che i vigili urbani – afferma Giuseppe Lombardo – erano a conoscenza dell’errore da mesi. La segnaletica è stata modificata ed a me interessava soltanto far rispettare i diritti dei disabili, spero che in futuro gli amministratori ascoltino i cittadini che gli pongono problematiche serie anzichè agire come hanno fatto con me”. la questione, sollevata da “Striscia la notizia” con servizio andato in onda ieri sera, ha messo subito in moto l’ufficio Traffico e come per incanto è ricomparsa il cartello con l’opzione di ingresso anche per i disabili. Un ingresso che però non è per tutti, e questo è da specificare: infatti l’ordinanza del 2017 dà l’opportunità dell’ingresso a quei disabili che saranno debitamente autorizzati dall’ufficio Traffico. Quindi chi non lo sarà, anche se con il tagliando di disabilità esposto sul parabrezza, è passibile comunque di sanzione amministrativa per violazione dei limiti di circolazione imposti nel corso VI Aprile: “L’ordinanza parla chiaro – evidenzia il comandante della Polizia municipale, Giuseppe Fazio – e recita che l’ingresso è consentito solo a chi è autorizzato dall’ufficio Traffico”. In poche parole il corto circuito sarebbe stato proprio questo: la mancata applicazione dell’ordinanza che limitava ma non impediva l’accesso ai portatori di handicap. Ovviamente l’autorizzazione sarà rilasciata solo nei casi di effettiva necessità: “In tutta la città c’è stato un potenziamento dei posti auto per portatori di handicap, compreso nelle arterie attorno all’isola pedonale di corso VI Aprile – aggiunge Fazio -. Inoltre corso VI Aprile è bypassabile percorrendo la via Porta Stella”. In buona sostanza comunque per i disabili non ci sarà un “lasciapassare selvaggio”: le autorizzazioni di percorrere corso VI Aprile saranno date solo se strettamente indispensabili per ragioni di tipo logistico.