Alcamo, cantieri di servizi: riaperti i termini

Sono stati riaperti anche ad Alcamo i termini per la presentazione delle domande per i cantieri di servizi. Il provvedimento scaturisce dalla nuova nota, diramata nei giorni scorsi dall’assessorato regionale alla Famiglia, delle politiche sociali e del lavoro, con la quale si invitano i Comuni a riaprire i termini dell’avviso di selezione per dieci giorni, in forza dei nuovi criteri dettati dalla Regione. Ma, si puntualizza nell’avviso pubblicato sul sito del Comune, esclusivamente per quei soggetti che in vigenza delle disposizioni, ora modificate dalla Regione, non erano in possesso dei requisiti di ammissibilità relativi al “patrimonio immobiliare”; e quindi la presentazione dell’istanza è consentita solo a quei soggetti che non rientrando nei requisiti di tipo “immobiliare” precedentemente stabiliti nell’avviso del 26 settembre scorso, ora, con i nuovi requisiti di accesso di tipo “immobiliare” stabiliti dall’assessorato regionale, potrebbero essere ammessi ai cantieri che saranno finanziati dalla Regione Siciliana, con l’obiettivo  di conferire un sollievo economico, seppur temporaneo, ai nuclei familiari particolarmente a rischio di marginalità sociale. Più praticamente possono adesso presentare istanza quei cittadini che avendo la casa adibita ad abitazione, sono in possesso di pertinenze della stessa unità immobiliare o più particelle catastali dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, costituita però da un unico immobile, sempre che non superi la rendita catastale rivalutata di 60 mila euro e coloro che sono in possesso di quote indivise di altre proprietà immobiliari o appezzamenti di terreni purché il valore catastale, sommato al valore dell’abitazione principale, qualora posseduta, non superi la rendita catastale rivalutata di 60 mila euro, tutto ciò al fine di includere nelle graduatorie anche i possessori di piccoli appezzamenti di terreni o di quote di proprietà indivise acquisite per eredità, facenti parte di nuclei familiari in condizioni economiche molto critiche. L’assessorato regionale ha anche chiarito che, a parità di reddito si dovrà tenere conto, in primo luogo, del maggior carico familiare e, in caso di ulteriore parità, avranno la precedenza i nuclei familiari con a carico figli minori o figli e/o altri familiari con handicap, in situazione di gravità accertata ai sensi dell’art. 4 della legge n. 104/’92. In caso di ulteriore parità avranno la precedenza i soggetti di minore età. L’istanza, redatta e sottoscritta secondo il modulo predisposto dal Comune, deve pervenire, presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Alcamo entro e non oltre le ore 12.00 del 17 Febbraio 2014, pena l’esclusione. I soggetti interessati si possono rivolgere per eventuali informazioni e/o chiarimenti presso gli uffici ex Camera di Commercio in via Padre Pino Puglisi (Palazzo di Vetro) piano terra. Gli orari di ricevimento del pubblico sono: dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e il lunedì e il mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Gorillas in our Midst
burberry sale Markus Lupfer 2013 Spring RTW collection

sheryl crow will get associated with model
chanel espadrillescom Wholesale Discount Jewelry in Time for Christmas Day