Alcamo-Campo accoglienza immigrati, il Comune: “Si parte l’1 settembre”

0
262

Sarà regolarmente attivato dal prossimo 1 settembre il campo di accoglienza per immigrati ad Alcamo in vista della vendemmia. La rassicurazione arriva dall’assessore ai Servizi sociali del Comune, Nadia Saverino, che risponde così ai dubbi avanzati in questi giorni legati al fatto che ancora non si vede l’ombra di un avviso pubblico per l’affidamento del servizio di accoglienza che oramai da anni viene assicurato dal municipio. Chiaramente l’insediamento della nuova amministrazione nello scorso mese di giugno ha in qualche modo costretto l’attuale governo cittadino a fare tutto in fretta e furia. In buona sostanza verranno garantiti gli stessi livelli assistenziali dello scorso anno: quindi soltanto le docce per gli irregolari che poi potranno avvalersi di un pasto presso la Caritas, mentre per i regolari ci sarà l’accoglienza, un pasto e il pernottamento. Come lo scorso anno le tende saranno rese operative nella palestra comunale di via Guido Gozzano. L’assessore garantisce che il funzionamento sarà tale e quale anche perché ha avuto poco tempo dal suo insediamento per trovare alternative: “L’avviso per l’affidamento del servizio di accoglienza sarà nell’immediato pubblicato – evidenzia la Saverino -. Abbiamo ritardato ad emanarlo perché sino ad oggi si è cercato di trovare soluzioni assistenziali più efficaci ma purtroppo, anche a causa delle ristrettezze di bilancio, non è stato possibile”. Ritardi che hanno messo in allarme i consiglieri dei gruppi Abc e Alcamo cambierà che hanno presentato un’interrogazione proprio per sapere come l’amministrazione si sta muovendo, ponendo alla base anche dei problemi di ordine pubblico.

Rimarrà quindi il contributo da 2 euro al giorno richiesto agli immigrati che usufruiranno del servizio. Il campo resterà aperto dall’1 settembre sino all’1 ottobre. Nonostante ancora l’avviso non sia stato emanato questi tempi saranno rispettati: “Le associazioni del nostro territorio – aggiunge l’assessore ai Servizi sociali – sono sicuramente già pronte e quindi questi tempi saranno sicuramente rispettati”. Per i consiglieri comunali di Abc e Alcamo cambierà si devono però una volta per tutte trovare delle soluzioni per garantire la necessaria accoglienza e non affrontare la questione sempre in termini emergenziali.

NEL TG L’INTERVISTA AL CONSIGLIERE COMUNALE DI ABC CATERINA CAMARDA