Alcamo-Calcio giovanile, targa del Comune ai vincitori della Gazzetta Cup

0
494

La sede è stata quella istituzionale ovvero la sala consiliare del Comune di Alcamo dove è stato tributato un importante riconoscimento ai ragazzi dell’Adelkam di Alcamo, laureatisi campioni d’Italia del prestigioso torneo della Gazzetta cup, che ha avuto come scenario, per le finalissime, lo stadio Olimpico di Roma. Una targa è stata consegnata da Giuseppe Scibilia, presidente del consiglio comunale, a questo manipolo di campioni in erba, allenati da Paolo Trapolino, che hanno iniziato la scalata verso il titolo diversi mesi fa preparandosi con serietà ed impegno e battendo tantissimi avversari. L’importanza dello sport, l’attività didattica e calcistica, svolta dall’Adelkam Alcamo, diretta da Gaetano Lo Monaco, che riesce a coinvolgere nella varie categorie circa 300 ragazzi, è stata sottolineata da Giuseppe Scibilia. Una società che rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello per la città dove porta in alto  in Italia e all’estero il buon nome di Alcamo. Una società l’Adelkam, che partecipa a numerosi tornei ed i successi sono testimoniati dalle Coppe esposte nella sede della via Opera Pastore, in ben 29 anni di attività. E l’edizione 2017 del torneo Costa Gaia celebrerà il trentesimo appuntamento. Nella sala consiliare presenti i giovani scudettati: Giuseppe Mancuso, Massimo Catanzaro, Giuseppe Orlando, Giulio Abbinanti, Vincenzo Stabile, Matteo Imperato,  Riccardo Mangiaracina, Gabriele Salvia, Gabriele Alesi, Giuseppe Marchese e Ivan Artale hanno alzato il trofeo vinto a Roma. Interventi da parte di Gaetano Lo Monaco, Paolo Trapolino e Salvatore Catanzaro, che cura i rapporti con le famiglie e sugli scranni seduti genitori che hanno con emozione raccontato questa indimenticabile esperienza vissuta all’Olimpico. Nel corso della cerimonia Gaetano Lo Monaco ha parlato dei futuri progetti, uno dei quali ha già tagliato il traguardo con l’accordo di collaborazione con la società di calcio giovanile di Partinico, diretta da Gilberto Virga.