Alcamo, assegnati i fondi PAC

Seconda Conferenza dei Servizi del Distretto Socio-Sanitario n. 55, che comprende Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi Segesta, presso l’Istituto Tecnico Commerciale “G. Caruso” di Alcamo, per la presentazione del PAC (Piano di Azione e Coesione) – Programma Nazionale per i servizi di cura agli anziani non autosufficienti, ADI (assistenza domiciliare integrata) e PAC minori.

Il Comitato dei sindaci – composto dagli assessori ai servizi sociali rispettivamente dei comuni di: Alcamo, Gianluca Abbinanti; di Castellammare del Golfo, Antonio Salvatore Bologna; di Calatafimi-Segesta, Domenico Scavuzzo; e dal Gruppo Piano Distrettuale – ha illustrato ai presenti le azioni già finanziate dal PAC, che saranno realizzate a breve.

I fondi PAC, per quanto riguarda i servizi integrati per gli anziani ammontano complessivamente a 656.941.

Per quanto riguarda Alcamo, afferma l’assessore Abbinanti “agli anziani si assicura un servizio di assistenza domiciliare integrata da parte dell’ASP (offre le prestazioni sanitarie) e del Comune (garantisce i servizi socioassistenziali). Ed ancora il P.U.A. (punto unico di accesso) dell’ASP sarà agganciato ai servizi comunali per garantire le prestazioni sociosanitarie integrate”. Nel comune di Calatafimi – Segesta 24.969 euro  saranno erogati attraverso voucher di servizio e comprensivi della spesa per un automezzo per trasporto di anziani e disabili.

I fondi PAC minori ammontano invece a 475.969 euro. Di questi 235 mila sono destinati all’asilo Rodari di Alcamo: “saranno utilizzati – afferma Abbinanti – per ristrutturare ed adeguare i locali dell’asilo nido Rodari, attualmente chiuso per criticità relative a problemi di ordine statico e norme di sicurezza. I lavori di ristrutturazione inizieranno presumibilmente a febbraio 2014 e saranno ultimati nel periodo estivo, la ricettività dei locali è per 60 bambini e la gestione dell’asilo sarà a carico del comune di Alcamo”.

Nel Comune di Castellammare del Golfo con l’importo di 165.969 euro sarà ristrutturato un locale comunale al fine di realizzare uno spazio gioco per 25 bambini di età compresa fra i 18 e i 36 mesi.

Mentre a Calatafimi con 75 mila di fondi PAC sarà ristrutturato uno spazio gioco che potrà accogliere 10 bambini di età compresa fra i 18 e i 36 mesi, in attesa dei fondi regionali necessari per la realizzazione di un asilo nido.