Alcamo, arrestato giovanissimo rapinatore

    Nel primo pomeriggio del 26 ottobre un’anziana donna aveva segnalato, al 113, di essere stata rapinata in via Ugo Foscolo, subendo schiaffi e pugni. Grazie alle indicazioni della vittima della rapina, che ha descritto l’aggressore, scappato a piedi dopo aver abbandonato il ciclomotore, i poliziotti intervenuti sul posto, hanno individuato un giovane sospetto, che, alla loro vista, si era dato alla fuga.

    Subito rincorso, è stato fermato ed in seguito identificato in Emanuele Trupiano, di 19 anni, già noto in Commissariato e con precedenti per rapina ed altro.

    Il ragazzo, pressato dalle domande degli operatori, ha inizialmente spiegato la propria fuga con la paura di subire una grave sanzione in quanto il proprio ciclomotore era sprovvisto del tagliando assicurativo; giustificazione sconfessata da numerosi elementi: il ritrovamento della refurtiva, nei pressi del luogo dove il giovane era stato fermato e il riconoscimento sia da parte della vittima, che dei testimoni che avevano assistito allo “strappo” della collanina ed alla successiva fuga.

    L’anziana rapinata, nel frattempo accompagnata al pronto soccorso, ha riportato ferite con una prognosi di otto giorni per la contusione delle mandibole.

    In considerazione anche del suo notevole curriculum criminale, Emanuele Trupiano, è stato arrestato per rapina aggravata e lesioni personali gravi, ed è stato tradotto presso la Casa Circondariale “San Giuliano” di Trapani.

    Interrogato dal G.I.P., l’arresto è stato confermato. Il giovane è stato accompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.