Alcamo-Amministrative, nessun apparentamento al ballottaggio

0
354

Niente alleanze, almeno alla luce del sole. I due candidati sindaco arrivati al ballottaggio, Domenico Surdi del Movimento 5 Stelle e Sebastiano Dara del movimento civico Abc, hanno già escluso adesso possibili apparentamenti. D’altronde era più che prevedibile considerata la loro ispirazione politica, entrambi trainati dall’idea di cambiare il volto alla città e di scalzare il vecchio sistema di partiti che ha governato la città negli ultimi decenni. Non coglie nessuno di sorpresa quindi la decisione di non apparentarsi con nessuno dei candidati sindaco usciti fuori di scena al primo turno.
Ora però per loro entra nel vivo questa seconda fase di campagna elettorale. Il Movimento 5 Stelle parte con una base di ben 11 mila voti dati a Surdi e 8 mila e 500 voti di lista mentre Dara ha ottenuto quasi 4 mila preferenze e 3 mila e 800 voti sommando le sue due liste a supporto. Resta poi da lottare anche con l’astensionismo: già il primo turno ha fatto emergere una perdita di un buon 5 per cento in meno di persone che si sono recate alle urne rispetto alla tornata elettorale del 2012. Il rischio quindi è che questa soglia possa significativamente aumentare ancora il prossimo 19 giugno.
LE INTERVISTE A SURDI E DARA NEL TG