Alcamo-“Amici della musica” e il concorso lirico, 90 iscritti da 17 nazioni

Un boom di iscritti ben 90 provenienti da 17 nazioni. Il gruppo più numeroso ben 23 cantanti provengono dalla Corea del Sud. A seguire i cinesi e gli italiani. E per la prima volta cantanti cileni, svizzeri, thailandesi e del  Kirghizistan. E inoltre da Israele, Canada, Giappone, Moldavia, Irlanda e altre nazioni. Il linguaggio dei numeri testimonia l’interesse nel mondo per il Concorso internazionale per cantanti lirici “Città di Alcamo”, giunto alla ventesima edizioni. Un boom di concorrenti per una manifestazione, promossa dall’Associazione amici della musica, presieduta da Francesco Bambina che si avvale di uno staff attivo e preparato. Una giuria  prestigiosa, con tre grandi nomi della lirica, presieduta dal tenore statunitense Chris Merritt, che dell’opera italiana della prima metà del 19esimo secolo è uno dei massimi specialisti al mondo. Completano la giuria Viorica Cortez, mezzosoprano romeno e il soprano statunitense Lella Cuberli. Un boom di iscritti ben 90 per l’edizione 2017. Nel 2016 sono stati 49, nel 2015 sono stati 53 e 46 nel 2014. E il gran numero di partecipanti la dice lunga sulla qualità del concorso, che, per la disattenzione degli Enti pubblici,  potrebbe essere l’ultimo e sarebbe un vero peccato non continuare nel solco di questa tradizione che da lustro alla città di Alcamo nel mondo. Il concorso si svolgerà dal 5 all’8 ottobre prossimi, presso il teatro Cielo d’Alcamo. I dieci finalisti si sfideranno domenica otto ottobre dalle 18,30. Al vincitore una borsa di studio di tre mila euro, offerta dalla Conad, particolarmente sensibile ad importanti eventi tanto che è lo sponsor principale anche del Torneo internazionale di calcio giovanile “Costa Gaia”. Secondo premio di mille e 500 euro offerto dall’Associazione vittime della mafia e del terrorismo e del dovere, presieduta dall’avvocato Alessandro Finazzo. Intanto il premio internazionale della cultura “Città d’Alcamo” è stato consegnato a Roma da Francesco Bambina a Raffaele Cantone, Autorità nazionale anticorruzione, che non potrà essere presente ad Alcamo il prossimo otto ottobre. Nella serata di gala sarà trasmesso il video messaggio di Raffaele Cantone. Con la medesima motivazione sarà premiato il generale Domenico Rossi, sottosegretario di Sato alla Difesa.