Alcamo-Abuso di alcol e droga, il Sert sempre in campo

Tramontati da alcuni anni i bei tempi della “Febbre del sabato sera”, raccontata nel film del 1977 che lanciò John Travolta con la colonna sonora dei Bee Gees. Erano i tempi del sano divertimento. Oggi le cronache di tutta Italia raccontano invece l’inferno del sabato sera, caratterizzato purtroppo spesso da violenze, in molti casi ci è scappato il morto. Di stupri. Di aggressioni. Di incidenti mortali. Di disordini. Di gratuiti e stupidi vandalismi.  Disturbo della quiete pubblica e tanti altri gravissimi fatti. Si esce rimbambiti dai locali dove la musica a tutto volume, spesso abusivamente sparata anche all’esterno, provoca disorientamenti. Tantissimi, soprattutto minorenni, camminano barcollanti per l’abuso di droghe e alcol. Un’emergenza nazionale di fronte alla quale lo Stato continua a dimostrarsi incapace di far rispettare le regole. Lo Stato continua a girarsi dall’altra parte come se il fenomeno alcol, droga e ludopatia non esistesse. Carenze e controlli insufficienti da parte delle forze dell’ordine alle prese con i vuoti in organico, con auto in qualche caso inutilizzabili perché guaste, come denunciano continuamente i sindacati di polizia.  Anche la città di Alcamo non si sottrae a questi problemi. Migliaia di bottiglie vuote di alcolici e sporcizia di vario genere tappezzano le strade del centro storico di Alcamo soprattutto la domenica mattina. Branchi di scalmanati gironzolano, bottiglie di alcol in mano, per le strade del centro. Spesso musica sparata all’aperto a tutto volume nelle piazze principali: Ciullo e Repubblica e restano inascoltate le denunce dei cittadini.  Un’emorragia inarrestabile. Una deriva sempre più grave di fronte alla quale le istituzioni non corrono ai ripari. Ad Alcamo l’equipe del Sert, con sede in via Cernaia, diretta da Guido Faillace, non getta mai la spugna e già ha messo a punto il programma di prevenzione con incontri nelle scuole medie e superiori per cercare di sensibilizzare i ragazzi a non bere alcolici, a non assumere droghe a non perdere i soldi della paghetta con i video poker. Si inizia a ingurgitare alcolici, come ha accertato il Sert di Alcamo a 12-13 anni. Con la droga anche ad 11 anni. Le più scatenate per le volgarità che profferiscono sono le ragazzine. Nel programma di prevenzione il Sert coinvolgerà anche le famiglie. Oggi rispetto ad una decina di anni fa il rapporto genitore figlio è più difficile. E i genitori vivono con preoccupazione e angoscia questa situazione. Così come è venuta meno l’autorità della scuola perché se un ragazzo prende un brutto voto in pagella non ci si chiede il motivo, ma spesso genitori se la prendono con gli insegnanti, che hanno fatto bene il loro dovere. Abuso di alcol e droga una grande emergenza. Abuso di alcol ad Alcamo da parte di minorenni per la facilità con la quale possono acquistare birra, vino, etc. In una campagna di prevenzione dovrebbero collaborare esercenti dei locali e dei gestori di grandi supermercati. I controlli delle forze dell’ordine, molto carenti, non possono da soli cercare di mettere un freno agli abusi, che soprattutto si verificano nelle serate della movida selvaggia e fuorilegge con il bere cascate di alcoli, con l’assunzione di droga e con il disturbo della quiete pubblica per la musica all’aperto ad altissimo volume che invade interi quartieri. Per esempio a Palermo fioccano multe e sequestri di strumenti sonori. E nella “Repubblica di Alcamo?”.