Al “Barbera” è Palermo show. Rosanero calano il tris ai granata

0
312

1425748_10201705427470854_1567616894_nDi Celeste Caradonna – In un “Barbera” dipinto di rosanero ( 18 mila gli spettatori presenti che sanciscono il record stagionale), il Palermo mette la freccia e supera per 3 a 0 i cugini trapanesi. Di Lafferty, Barreto e Belotti le reti che hanno deciso il derby. Il match non ha regalato grandi emozioni nel primo tempo, dove il Trapani aveva avuto le occasioni migliori. Nella ripresa è venuto fuori il cinismo e l’esperienza del Palermo che ha messo a segno ben tre reti, conquistando tre punti che sono oro colato per il proseguo.

Le formazioni. Palermo in campo con il 3-5-2 che vede Sorrentino tra i pali; in difesa Munoz, Milanovic e Andelkovic; a centrocampo Pisano, Bolzoni, Bacinovic (15’ st Bacinovic), Barreto e Daprelà; in avanti il duo Dybala ( 32’ pt Belotti)- Lafferty (32’st Troianiello). In panchina: Ujkani, Morganella, Ngoyi, Verre, Troianiello, Di Gennaro, Stevanovic, Lores, Belotti. Boscaglia risponde con un assetto a trazione anteriore. Il tecnico mette da parte il classico 4-4-2 e schiera un 3-4 1-2 con Nordi tra i pali, Priola (21’ st Basso), Terlizzi e Pagliarulo in difesa; Garufo, Caccetta, Pirrone e Rizzato a centrocampo; in avanti Nizzetto ( 27’st Madonia) a supporto delle punte Gambino (21’ st Djuric)-Abate. A disposizione: Marcone, Basso, Madonia, Ciaramitaro, Pacilli, Djuric, Martinelli, Vitale, Finocchio.

A dirigere l’incontro l’arbitro Leonardo Baracani di Firenz. Assistenti: Marco Citro di Battipaglia e Alessandro Lo Cicero di Brescia. Quarto uomo: Daniele Chiffi di Padova.

La cronaca. Non è un primo tempo bello da vedere quello proposto al”Barbera” da Palermo e Trapani. I padroni di casa provano ad offendere ma non riescono ad incidere, merito anche degli avversari che sono ben posizionati e vengono fuori in contropiede. La prima azione degna di nota si registra al 18′ su contropiede dei granata che affidano la manovra a Garufo, passaggio verso Abate, ma Munoz devia in corner. Debole la risposta dei rosanero che due minuti più tardi si fanno avanti con Dybala che dal limite dell’area fa partire un destro che è facile preda di Nordi. Il Trapani ci prova anche da fuori area, ma il tiro di Gambino è debole e Sorrentino neutralizza. I granata pressano e alla mezzora è nuovamente Gambino, in posizione defilata, ad impegnare l’estremo difensore rosanero che para in presa bassa. Intanto il Palermo inizia ad alzare il baricentro, stando attendo a non sbilanciarsi troppo, per non esporsi al contropiede dei trapanesi. Al 42’ del primo tempo momenti di panico per un brutto scontro tra Gambino e Munoz, con quest’ultimo che si accascia a terra, allarga le mani e per alcuni secondi rimane immobile. Il giocatore per fortuna si rialza senza serie conseguenze. Intanto il gioco riprende con il Trapani che prova a premere sull’acceleratore con Rizzato che crossa dalla sinistra, Sorrentino si scontra con un suo compagno e la palla giunge a Nizzetto che cade in area e viene ammonito per simulazione. Il giocatore, già diffidato, salterà la sfida con il Novara, in programma la prossima settimana al “Provinciale” di Trapani. Il primo tempo si chiude con il risultato di 0 a 0.

La ripresa si apre sulla falsariga del primo. Il Trapani si propone in avanti, ma la sfera termina sopra la traversa. Intanto Boscaglia sposta Nizzetto sulla destra per permettergli di accentrarsi e cercare la conclusione. Al sesto minuto il Palermo passa in vantaggio con Kyle Lafferty su assist di Belotti. I granata provano a reagire e al 13′ si procurano un’ ottima chance con Gambino che, appena dentro l’area di rigore, calcia di destro, ma la sfera termina a lato. I due tecnici provano a mischiare un po’ le carte mandando nuova linfa in campo: Iachini preferisce Verre a Bacinovic già ammonito; Boscaglia manda in campo Basso ( esordio stagionale) e Djuric al posto di Priola e Gambino. Al 26’ i padroni di casa hanno l’opportunità di raddoppiare: il Trapani perde un pallone e ne approfitta Belotti che entra in area e prova un destro che finisce alla sinistra della porta difesa da Nordi. Momento no per i granata che un minuto più tardi perdono Nizzetto costretto a lasciare il campo anzitempo, al suo posto Madonia. Se Boscaglia manda in campo un attaccante, Iachini pensa a difendere il risultato e propone Troianiello al posto dell’autore della rete Lafferty. Intanto tra i granata si fa male anche Terlizzi, ma le sostituzioni sono state esaurite e gli ospiti sono costretti a giocare in inferiorità numerica. Nel finale, al 41’, raddoppio del Palermo con Barreto che con un pallonetto supera Nordi e mette il sigillo sul risultato. Ma non è finita. Al 48’ è Belotti a siglare il tris per la squadra di Iachini, il giovane attaccante rosanero un minuto prima aveva fatto le prove colpendo il legno. Il match termina con il risultato di 3 a 0 a favore dei padroni di casa che si mantengono ancorati alla zona nobile della classifica.

Fonte:  www.sicilpress24.it