Affidamento esterno del verde e incremento per gli ASU. Ad Alcamo si compattano M5S e opposizione

0
755

La riqualificazione e la manutenzione straordinaria del verde pubblico e di quello che sorge nelle aree degli edifici scolastici, mette d’accordo ad Alcamo “il diavolo  e l’acqua santa”. Una sorta di evento storico. La stessa interrogazione sottoscritta compattamente dalla quarta commissione consiliare, quindi dai consiglieri del Movimento 5 Stelle assieme a Giacomo Sucameli, energico esponente dell’opposizione, e Giovanni Calandrino, altro consigliere di minoranza. L’argomento che è riuscito nel non facile compito di mettere tutti d’accordo è l’incongruenza, secondo i cinque componenti la quarta commissione consiliare, fra alcuni provvedimenti dirigenziali, uno degli ultimi firmati da Venerando Russo prima della sua “fuga”, tra virgolette, da Alcamo e l’altro sottoscritto invece il 2 ottobre scorso dalla dirigente Dorotea Martino, la professionista balestratese alla quale la giunta Surdi, da un po’ di tempo, ha affidato le vastissime aree rientranti nelle direzioni 1 e 2.

Nel primo  il dirigente dell’epoca aveva concesso l’aumento del cosiddetto quinto d’obbligo, circa 10mila euro, alla ditta La Giummara per portare a compimento i lavori di sistemazione del verde pubblico di pertinenza delle scuole comunali, mentre nel secondo la dirigente Martino ha disposto la modifica dei contratti di lavoro dei dipendenti part-time assegnati alla Direzione 2, nella fattispecie gli ASU, incrementandone l’orario di lavoro settimanale, fin al prossimo mese di dicembre, a 30 ore. In pratica ciascun lavoratore ASU passa da 20 a 30 ore settimanali.

Puma, Cuscinà, Cusumano, Sucameli e Calandrino chiedono in pratica per quale ragione da un lato si sono affidati i lavori di riqualificazione e manutenzione straordinaria del verde pubblico e di pertinenza di edifici scolastici ad una ditta esterna quando invece le stesse opere si sarebbero potuto espletare con l’incremento orario per gli ASU? E perché mai, chiedono sempre all’unanimità i componenti della quarta commissione, la ditta La Giummara e i lavori sono stati dirottati per la manutenzione straordinaria dei cimiteri comunali, intervento rivelatosi particolarmente oneroso dal punto di vista economico e che ha azzerato le somme impegnate per il verde delle scuole?

Insomma per i consiglieri comunali alcamesi c’è qualcosa che non quadra perché alla ditta esterna sarebbero state affidati lavori che gli ASU del Comune stanno già effettuando. Un inghippo che appare abbastanza intricato e che ha messo d’accordo chi di comune accordo non è quasi mai stato.