Aeroporto Falcone e Borsellino. Al via voli diretti tra New York e Palermo

0
95

È decollato venerdì, alle 17 locali, il primo volo diretto Neos che dall’aeroporto Jfk di New York è arrivato a Palermo ieri mattina alle 7.20, da dove è ripartito alle 11.25 alla volta di New York. A questa frequenza settimanale se ne affianca un’altra, che vedrà il Boeing 787-9 Dreamliner, da 355 posti, prendere il volo ogni lunedì alle 17 da New York e arrivare all’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo-Punta Raisi il martedì alle 7.20, per ripartire alle ore 11.25 ed essere a New York alle 14.50, offrendo così al mercato una capacità aerea pari a 710 posti settimanali. Si tratta dell’unico volo dalla Sicilia agli Stati Uniti, sarà attivo per l’intera stagione estiva e verrà riconfermato per il prossimo anno con l’introduzione di una frequenza in più, per un totale di 3 a settimana, «rappresentando – scrive in un comunicato la Gesap, la società che gestisce lo scalo di Palermo – un’importante opportunità per la più grande isola del Mediterraneo, in termini sia di traffico in arrivo che in partenza. senza dimenticare l’elevato numero di connazionali residenti proprio nella Grande Mela». Soddisfatti i siciliani che arrivano dagli Stati uniti che non dovranno cambiare più aerei per arrivare a Palermo. Importante anche per il turismo.  Già una iniziativa in tale senso era stata messa a punto dalla United Airlaines e ad effettuare il primo volo da New York destinazione Palermo a pilotare l’aereo doveva essere John Fratello il cui papà Girolamo emigrò da Alcamo e lui è rimasto molto legato con la città che diede i natali ai genitori. John Fratello ha parenti ad Alcamo ed è cugino della famiglia dell’avvocato Ciccio Lauria. L’iniziativa non decollò a causa del Covid