Abbandono e combustione di rifiuti ad Alcamo, denunciato cinquantatreenne (VIDEO)

Era solito scaricare rifiuti, all’interno di un intero camion, in Contrada Calatubo, ad Alcamo. Rifiuti a cui poi appiccava il fuoco causando ulteriori danni all’ambiente derivanti dai fumi. Un alcamese di 53 anni è stato denunciato dalla polizia municipale per abbandono e combustione illecita di rifiuti.

L’uomo, identificato grazie alle immagini di telecamere poste sul luogo dei fatti, rischia la reclusione da tre a sei anni. Il responsabile inoltre è tenuto al ripristino dello stato dei luoghi, al risarcimento del danno ambientale e al pagamento, anche in via di regresso, delle spese occorrenti per la bonifica.

È stato questo l’ultimo risultato della stretta operativa del comune di Alcamo, per opera degli agenti della polizia municipale e delle tecnologie in loro dotazione, per contrastare le abitudini incivili di qualcuno in materia di smaltimento illecito dei rifiuti. Una situazione che spesso danneggia il decoro e l’immagine della città e dei suoi abitanti. Il controllo del territorio e le attività repressive possono contribuire a rendere maggiormente pulite, soprattutto le periferie.