A/29 Alcamo-Trapani, Santangelo: “Meno multe e più manutenzione”

“Si facciano le manutenzioni sulla A/29 Dir “Alcamo-Trapani” e non le multe !!”: è quanto viene caldeggiato dal senatore trapanese del M5S Maurizio Santangelo, in seguito alle diverse segnalazioni ricevute in questi ultimi giorni da cittadini che si sono trovati a percorrere il tratto autostradale. Pare, secondo quanto riportato da Santangelo in una nota, che a seguito di una nuova ordinanza emanata dall’Anas Spa Direzione Regionale Sicilia, lo scorso 15 aprile, siano stati abbassati i limiti di velocità, in alcuni tratti che vanno da Alcamo a Trapani e che gli ignari utenti della strada, siano incappati in multe salatissime ed in alcuni casi, addirittura, nel ritiro della patente. La motivazione addotta dall’ente proprietario e gestore della A29, riguardo all’abbassamento dei limiti di velocità, sarebbe quella degli intensi flussi veicolari e dell’elevata presenza di mezzi pesanti. “Fermo restando – commenta il senatore – che le strade dell’Anas versano in precarie condizioni manutentive ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti, non ultimo il cedimento del pilone sull’autostrada A19 Palermo-Catania, l’imposizione dei limiti di velocità, sembra che sia diventata la soluzione per rendere la circolazione stradale sicura”. Forse sarebbe meglio – auspica il senatore grillino – che l’Anas provvedesse ad “effettuare le manutenzioni alle strade, che sono piene di fossi, avvallamenti e rappresentano per gli utenti della strada, il vero ed unico problema della circolazione stradale”.

Santangelo ha chiesto con un atto di sindacato ispettivo indirizzato al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, se non intenda intervenire sui vertici dell’ANAS, al fine di sollecitare l’immediato rifacimento del manto stradale nella A29 Dir “Alcamo-Trapani” e/o quant’altro necessario per ristabilire le condizioni di sicurezza della strada e per ripristinare così, i limiti di velocità sanciti dall’art. 142 del D.L.vo 30/04/1992 n. 285 e s.m.i..

Nell’interrogazione si chiede, infine, di conoscere quali siano, ad oggi, la programmazione delle opere e gli interventi di manutenzione previsti nella rete stradale ANAS dell’intera regione.