A San Vito le “5 vele” di Legambiente

    0
    436

    San Vito lo Capo ha ottenuto ancora una volta da Legambiente, per il quarto anno consecutivo, le “5 vele”, che rappresentano il massimo riconoscimento assegnato alle coste e alle spiagge italiane.

    Il comune si è piazzato, infatti, tra le tredici località italiane e le tre siciliane, nella speciale classifica nazionale stilata dall’associazione ambientalista, grazie non soltanto ad un mare trasparente e cristallino, alla vasta spiaggia di sabbia bianchissima, ma anche a servizi di alta qualità, al rispetto dell’ambiente e all’attenzione alla sostenibilità.

    Secondo una nota diffusa da Legambiente, “il Comune ha investito tutto sulla sostenibilità ambientale e sui temi della pianificazione: aree pedonalizzate, piano urbano del traffico, piano di utilizzo del demanio marittimo, libera fruizione delle spiagge, valorizzazione dei prodotti locali, filiera corta nel settore agro-alimentare, recupero e cultura delle tradizioni locali.”

    Tra i motivi di plauso dell’associazione, nei confronti dell’amministrazione comunale, anche “la ricerca nel promuovere iniziative e manifestazioni di pregio, al di fuori della piena stagione estiva”. Tra queste il famoso Cous Cous Fest, ma anche Tempuricapuna, Cous Cous Fish e il Festival degli Aquiloni.

    San Vito negli ultimi due anni è stato anche al vertice della classifica del sito internazionale Trip Advisor, che nei sondaggi lo ha riconosciuto quale “spiaggia più bella d’Italia” e tra le prime d’Europa; è stata altresì definita “spiaggia a misura di bambino” per le caratteristiche morfologiche dell’arenile.

    Un territorio, insomma, che ha saputo coniugare con successo turismo e qualità ambientale: un binomio che, secondo Legambiente e Touring Club italiano, può battere la crisi economica.