60 volti per sessant’anni di Amnesty. Tra questi anche l’alcamese Franca Viola

Sessanta volti per i sessant’anni di Amnesty international. L’associazione dal 1961 combatte le violazioni dei diritti dell’uomo compiute da governi, da organi che ne dipendano e da singoli funzionari che abusino dei loro poteri.

Per festeggiare il traguardo del sessantesimo anno dalla nascita, ha scelto sessanta volti, uno per ogni anno, unendo la “breve storia dei diritti umani attraverso le persone”. A realizzare i disegni Gianluca Costantini, artista da anni vicino all’associazione nella lotta contro gli abusi e le violazioni.

Tra i sessanta volti, anche l’alcamese Franca Viola, prima donna in Italia a rifiutare nel 1965 il matrimonio riparatore. L’apposita legge venne abolita, così come il delitto d’onore,  soltanto nel 1981. Amnesty ha voluto dare onore a Franca Viola, inserendola tra i sessanta volti di livello internazionale.