L’avvio di gara probabilmente peggiore della stagione per la Libertas Alcamo in trasferta a Gravina di Catania. I ragazzi di coach Vincenzo Ferrara provano a reagire riuscendo nell’ultimo periodo ad avvicinarsi, in tre occasioni, fino a 4 punti. Alla fine, però, vincono i padroni di casa che sanno capitalizzare il break iniziale di 11 a 0, sfruttando anche gli infortuni capitati agli alcamesi. Il materiale del fondocampo gravinese miete diverse vittime nella Th: Dario Ajola, Federico Manfrè e Vincenzo Provenzano. Il primo sembra il più grave con una seria distorsione al ginocchio, il secondo subisce un analogo ma meno serio trauma ad una caviglia e rimane in campo; il terzo si ferma per un problema muscolare all’interno coscia. Infine Gravina, con una tripla a due minuti dalla fine, spegne definitivamente le velleità della Libertas Alcamo in un match che termina 67 – 53  che ha lottato ma che deve fare il mea culpa per l’approccio mentale con cui è entrata in campo e che ha prodotto l’imperversare dei padroni di casa.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP