Soldi per beni culturali, manifestazioni, spazi aggregativi per i giovani e turismo. C’è un po’ tutto nei 10 progetti che ieri al Cine congressi “Marconi” di Alcamo sono stati approvati dall’assemblea nominata per stabilire come destinare i fondi del bilancio partecipato. In tutto 41 mila euro che per la verità sono frutto non solo del 2 per cento dei trasferimenti vincolati della Regione al Comune (quindi poco meno di 9 mila euro, ndc) ma soprattutto dalla decurtazione del 10 per cento delle indennità dei 24 consiglieri comunali (altri 32 mila euro, quindi la fetta più consistente). La fetta dei fondi più importante va al Castello di Calatubo che ha ottenuto 12 mila e 900 euro per il ripristino dell’impianto di illuminazione. A seguire i 7 mila e 500 euro per abbellire piazza Ciullo e corso VI Aprile con piante e panche; poi ci sono altri 10 mila euro circa per il Natale, che si vanno ad aggiungere agli altri 20 mila già stanziati dal Comune in precedenza, e serviranno per realizzare il capodanno e la “Cinemerenda”; sempre nell’ambito poi degli eventi altre 3 mila euro sono stati destinati alla presentazione l’1, 2 e 3 dicembre della quinta edizione del festival internazionale di danza, musica e cultura orientale “Aria”. Cinque mila euro invece vanno alla creazione di spazi aggregativi per i giovani con acquisto di giochi e predisposizione di aree attrezzate, altri mille euro ciascuno per l’acquisto e l’installazione di contenitori per deiezioni canine e per sistemare la segnaletica turistica, infine 500 euro per pitturare di celeste la ringhiera lungo la linea ferrata di Alcamo Marina. Questi sono i progetti scelti dall’assemblea che comunque si è presentata a ranghi abbastanza ridotti: dei 52 componenti appena in 35 hanno risposto presente, quindi uno su tre ha disertato. “L’assemblea – afferma l’assessore all’Economia e vicesindaco Roberto Scurto – ha preso in considerazione 45 proposte progettuali che erano già pervenute e ritenute ammissibili da parte degli uffici e sono 10 i progetti approvati per aree, Ambiente, Politiche Giovanili e della Terza Età, Sviluppo Economico, Attività Culturali e Sportive, Lavori Pubblici. Interventi finanziati che partiranno entro la fine dell’anno. Il Bilancio Partecipato è una delle iniziative concrete volute da questa Amministrazione per coinvolgere sempre più i cittadini nelle scelte portate avanti dalla Giunta. Si tratta di una prima forma sperimentale di Bilancio Partecipato che si è rivelata un successo, per il prossimo anno ci stiamo impegnando nel modificarne il Regolamento per anticipare i tempi e facilitare le modalità di partecipazione e di voto da parte dei cittadini”.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP