Trapani-Tumori del cavo orale, domani screening gratuito al S. Antonio Abate

 

L’ospedale Sant’Antonio Abate aderisce alla “Giornata della Prevenzione” promossa dall’AOOI, l’Associazione otorinolaringoiatri ospedalieri italiani, per la diagnosi precoce dei tumori del cavo orale. Dopo il successo della prima edizione dell’anno scorso, l’associazione ripropone l’iniziativa che ha consentito a migliaia di utenti l’accesso ad uno screening con gli specialisti delle strutture aderenti. Tra di esse anche il nosocomio trapanese, dove domani, 1 aprile, dalle 10 alle 13, al reparto di otorinolaringoiatria, diretto da Carlo Gianformaggio, sarà possibile effettuare il controllo gratuito. “Diversi sono i fattori di rischio – spiega Gianformaggio – che possono provocare l’insorgenza di tumori del cavo orale. Tumefazioni ed escrescenze, lesioni bianche o rossastre e ferite che non si rimarginano spontaneamente, possono essere la manifestazione di lesioni pre-tumorali. Prevenirli, tuttavia, è possibile”. I tumori del cavo orale colpiscono ogni anno 12 persone su 100 mila abitanti e un picco di massima incidenza si ha intorno ai 50-60 anni di età e il 52% dei casi riguarda le donne. Dallo screening nazionale effettuato l’anno scorso, in particolare, è emerso che il 33% dei pazienti rischia questo genere di tumori a causa del tabagismo, il 16,4% per microtraumi delle mucose, il 12,3% per cattiva igiene orale, il 7,9% per una dieta povera di frutta e verdura, il 7,1% per alcolismo, il 6,6% per una eccessiva esposizione al sole, il 3,9% per il virus del Papilloma e il 3,5% per eruzioni cutanee.