Summer Music Festival con risse e accoltellamenti

    0
    306

    Brutti episodi di violenza, sabato, a Trapani, durante quello che doveva essere l’evento dell’estate, il Summer Music Festival.

    L’evento aveva attirato migliaia di giovani da tutta la Provincia, che si sono concentrati in Piazza Vittorio Emanuele, nel centro della cittadina, dove le forze dell’ordine avevano chiuso le strade, sin dal primo pomeriggio, con divieto di circolazione delle auto.

    Il Summer Music Festival prevedeva l’esibizione di diversi cantanti amati dai giovani. Dopo il concerto, però, gli episodi di violenza: una rissa, due accoltellamenti, un giovane arrestato, ed altri denunciati perché trovati in preda ai fumi dell’alcool. Insomma, una serata che a Trapani verrà ricordata non certamente per la bella musica.

    Il primo episodio si è verificato mentre il concerto era ancora in corso. Fuori da un bar vicino Piazza Vittorio Emanuele, due giovani hanno cominciato a litigare. Sono arrivati gli amici, e la lite è sfociata in una rissa.

    Un giovane di 26 anni ad un certo punto ha tirato fuori un coltello, e ha ferito un suo coetaneo al braccio, per fortuna, solo superficialmente. Sul posto è intervenuta subito la polizia. Il ferito è stato accompagnato all’ospedale Sant’Antonio Abate per le cure del caso; l’accoltellatore, invece, ha fatto perdere le sue tracce approfittando della gran folla.

    Alcune ore dopo, a concerto terminato, un altro episodio collegato alla prima rissa. Infatti l’accoltellatore di poche ora prima, poi identificato nel pregiudicato Salvatore Modica, ha ripreso a litigare con un amico della vittima colpita poco prima. Ancora una volta, ne è nata una rissa, e Modica ha colpito il ragazzo all’addome con il coltello. Questa volta, però la polizia è riuscito a fermarlo. Modica è stato arrestato con l’accusa di lesioni aggravate e continuate e porto d’arma in luogo pubblico.

    Sempre vicino a Piazza Vittorio, tre ragazzi, di cui uno armato di coltello, a bordo di un auto, e a causa di un banale diverbio, dovuto forse ad un incidente solo sfiorato con l’auto, sono scesi dal mezzo e hanno cominciato ad inveire e minacciare il conducente dell’altra auto, che era in compagnia della moglie e di un’amica.

    La polizia, alla fine, è riuscita ad indentificare e a denunciare i giovani.