Stella Maris Custonaci: anniversario nel ricordo delle vittime del mare

0
391

Il secondo anniversario del posizionamento della statua N.S. dei Fondali Stella Maris Custonaci sarà l’occasione per commemorare le vittime del mare. La cerimonia si terrà sabato prossimo a partire dalle 09.30 presso il porticciolo di Baia Cornino a Custonaci presso la boa rossa segnaletica sotto le pendici di Monte Cofano. Nel punto esatto in cui è ubicata l’opera marmorea, S.E. Mons. Pietro Maria Fragnelli Vescovo di Trapani procederà alla benedizione della statua dall’imbarcazione messa a disposizione dalla Capitaneria di Porto di Trapani (la quale guiderà e coordinerà tutte le operazioni di sicurezza in mare). Seguirà un momento di raccoglimento dedicato “… alle Donne, alle Mamme e ai loro cari che in mare hanno perso la vita, in cerca della libertà …” – così, si legge sulla lastra posta sulla base dell’ opera – e a tutti coloro che operano e lavorano in mare. Saranno presenti autorità civili, militari e religiose e verranno coinvolti subacquei, bagnanti ed amanti del mare in una sorta di processione di imbarcazioni diretta verso l’icona sacra. Grazie al sostegno di un gruppo di imprenditori del territorio è stato possibile acquistare la statua, realizzata in perlato di Sicilia, posizionarla e successivamente donarla alla Città di Custonaci. Dal 20 Luglio 2012, quando fu calata nei fondali antistanti Baia Cornino nel corso di una suggestiva cerimonia, la monumentale scultura giace a 13 metri di profondità. Per le sue dimensioni – 5 metri di altezza ed un peso di 10 tonnellate – è la statua più grande raffigurante Maria in tutto il Mar Mediterraneo. Custonaci, “Città Internazionale del Marmo”, secondo bacino marmifero d’Europa per importanza, quantità e qualità estrattiva, è anche “Civitas Mariae”, unica città Mariana in Sicilia tra le cinque in Italia. Un territorio con la sua storia, le sue tradizioni popolari, le leggende e la religiosità legata al culto della Madonna. Oggi la Madonna di Custonaci raccoglie l’identità di un popolo, testimonianze di fede e conversione. Il Santuario è da secoli meta di pellegrini, venuti ad omaggiare la Madonna arrivata dal mare, secondo la tradizione, su una nave proveniente da Alessandria d’Egitto scampata ad un naufragio e approdata a Cala Bukutu. Il lunedì antecedente l’ultimo mercoledì di agosto, durante i festeggiamenti in onore della Madonna, viene rievocato lo sbarco di una copia del quadro con l’arrivo di un veliero nella baia illuminata dai fuochi pirotecnici e alla presenza di numerosi fedeli, che accompagnano in processione la Sacra immagine fino al Santuario.

But when you shop at CausewayMall
Isabel Marant Sneaker Features and functions of Turntables

CapEx spending in the third quarter was RMB0
Isabel Marant SneakerHow to Look Like Shit In a Good Way