Rottura nel centro destra

    L’alleanza era in bilico e alla fine sembra essersi rotta del tutto. Il centro destra in Sicilia potrebbe correre con due correnti diverse. La prima farebbe riferimento al leader di Grande Sud Gianfranco Micciché che metterebbe insieme gli autonomisti e la seconda quella di Nello Musumeci etichettato come il privilegiatore dei partiti nazionali come il Pdl. A sostenere Micciché ci sarebbe il Partito dei Siciliani di Raffaele Lombardo, l’ex Mpa, poi il Movimento popolare Siciliano e Fli. Micciché dunque è pronto a candidarsi e si è detto onorato degli attestati di stima giunti da Pistorio, da Briguglio e Savano. “Ho chiesto loro un incontro urgente – ha precisato – per confermare le condizioni di un’alleanza sicilianista e nel caso sciogliere immediatamente la riserva sulla mia candidatura a presidente della Regione”.