Punta Raisi e Birgi ai “ferri corti”, altro che collaborazione. Frasi di Ombra travisate?

“L’aeroporto ‘Falcone Borsellino’ ha già una capacità che va oltre i dieci milioni di passeggeri e che aumenterà ulteriormente grazie ai lavori di ristrutturazione già in atto e previsti dal piano degli investimenti 2020/2023 per ben 90 milioni di euro. L’aeroporto di Palermo conta di proseguire la sua inarrestabile crescita di passeggeri, soprattutto nel segmento dei voli internazionali, grazie alle oltre trenta compagnie che operano dallo scalo”. In questa maniera la Gesap, la società che gestisce lo scalo d Punta Raisi, ha risposto ad alcune dichiarazioni di Salvatore Ombra, presidente della società che gestisce invece l’aeroporto di Birgi. Insomma altro che collaborazione per crescere insieme, i due scali aeroportuali della Sicilia occidentale sembrano sempre di più ai ferri corti.

Questa la frase di Ombra, pronunciata durante la sua visita alla BIT di Milano, che ha fatto indispettire i vertici Gesap. “Sia l’aeroporto di Trapani che quello di Comiso hanno ampi margini di crescita che gli aeroporti di Palermo e Catania non hanno in quanto arrivati quasi al massimo dei passeggeri transitati”. Un pensiero espresso dopo che il manager di Airgest si era soffermato sui numeri previsti per Birgi nel 2020 (800.000 passeggeri), e sull’obiettivo di raggiungere i tre milioni di passeggeri nei prossimi anni.

Le parole di Salvatore Ombra, almeno secondo una nota-stampa riparatoria, sarebbero però state travisate da alcune testate giornalistiche, almeno secondo quanto poi affermato da una nota di Airgest: “Le dichiarazioni attribuite, in queste ore, al presidente della società di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi, Salvatore Ombra, non sono fedeli a quanto affermato dallo stesso in occasione della sua partecipazione alla Bit di Milano. Ombra ha detto, infatti, che le potenzialità dell’aeroporto di Trapani – specifica la nota di Airgest –sono di 3 milioni di passeggeri, in base alla sua struttura e non in relazione agli aeroporti di Palermo e Catania e a loro eventuali limiti raggiunti. Riguardo alle cifre divulgate si precisa che i passeggeri previsti per il 2020 sono 800 mila e 1 milione e 200 mila per il 2021”.