“Premio Saturno”, a Partanna, otto eccellenze della provincia di Trapani

Si è conclusa la 19esima edizione del Premio Saturno “Trapani che produce”, l’evento istituito dall’associazione omonima Onlus e dall’emittente Telesud, con la collaborazione della Camera di Commercio di Trapani. L’obiettivo della premiazione è quello di celebrare annualmente quelle personalità e aziende, siciliane e non, che hanno avuto una particolare incidenza con le loro gesta o attività sul territorio in vari ambiti: dalla cultura all’impresa, dallo sport allo spettacolo, passando per l’arte e l’economia. L’evento, tenutosi in Piazza Falcone e Borsellino a Partanna, ha visto il riconoscimento di otto eccellenze imprenditoriali: il primo ad essere premiato è stato Ninni Ravazza, giornalista trapanese, scrittore, grande appassionato di mare e delle tonnare.

A seguire, altri due storici esponenti della tradizione marinare locale, entrambi di Mazara del Vallo: Luciano Giacalone ed il suo “Gambero Rosso”, eccellenza ittica conosciuta ed esportata in tutto il mondo e la famiglia Genovese che, con l’occasione ha presentato il nuovo progetto dal titolo “Ricchezze Mediterranee” volto a creare il brand “Pescatori di Mazara”, simbolo della propria terra. Riconoscimento anche sul comparto lapideo con la premiazione della “Cusenza Marmi” presente sul territorio di Valderice da 50 anni il cui fondatore, Gaspare Cusenza è stato inserito nel 2016 tra i 75 artigiani nel libro d’oro dell’eccellenza italiana ricevendo anche il prestigioso titolo di “Maestro d’arte e mestiere”, alla presenza del capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Sul palco dei premiati anche due eccellenze del Belìce: il Centro Carni di Santa Ninfa e Stramondo di Salemi: la prima, costituisce un’eccellenza nei settori della macellazione e della distribuzione delle carni bovine e che nel 2000 lanciò il marchio “Perlagola”, la seconda, vanta una lunga tradizione, a partire dal 1940 tramite il fondatore Pasquale, nel settore della pasticceria e della gelateria artigianale.  Ultimi premiati, ma non per importanza, due aziende di Partanna: il Colorificio Atria, presente dal 50 anni nel Belìce e la società Antem Srl, leader nel settore dell’innovazione tecnologica per aver sviluppato nuovi sistemi di fusione a freddo dell’alluminio e specializzata nella fabbricazione di componenti meccanici di alta precisione.