Partinico: Nuovo comandante vigili, tutto annullato

PARTINICO. Nel nome della spending review non ci sarà più alcun comandante della polizia municipale esterno alla pianta organica del Comune. Con buona pace anche dei sindacati e delle forze di opposizione in consiglio comunale che da tempo denunciano una situazione di “illegittimità”. Con propria determina è stato il sindaco Salvo Lo Biundo a fare marcia indietro revocando l’indizione della selezione pubblica per il conferimento dell’incarico di responsabile del Settore di polizia municipale. Viene meno, quindi, l’impegno che l’amministrazione comunale aveva preso dopo l’esposto della Cgil, inviato alla Presidente del Consiglio dei ministri oltre che al Comune, in cui per l’appunto si denunciava la presenza “illegittima” di un dipendente, Giuseppe Russo, a capo dei caschi bianchi. Rispondendo a questo esposto il segretario generale del Comune, Vincenzo Pioppo, pur avendo confermato la corretta procedura di nomina, aveva preannunciato che si stavano attivando le procedure per l’assunzione del comandante a tempo determinato fuori dotazione organica. Nonostante l’avvio dell’iter, con tanto di pubblicazione dell’avviso di selezione, il primo cittadino ha deciso di fare una decisa marcia indietro sostenendo che “l’avviso di selezione pubblica non è stato perfezionato”. Il sindaco però sottolinea ancora una volta di avere rispettato le norme facendo riferimento a un decreto legislativo in primis, ed in seconda battuta anche al regolamento degli uffici e dei servizi interno al Comune: “All’articolo 13 – precisa Lo Biundo – si stabilisce quale natura di nomina del responsabile di settore un rapporto fiduciario. Ci siamo mossi in questa direzione nella logica dei tagli alla spesa pubblica previsti dalla vigente normativa, la cosiddetta spending review”. I malumori però restano anche all’interno del comando in relazione anche ad alcuni recenti spostamenti di personale che non sarebbero piaciuti, visti in alcuni casi come vere e proprie spedizioni punitive. Nel corposo esposto di ben quattro pagine, la Cgil ha puntato il dito principalmente sulla questione dell’anzianità di servizio. Questa sarebbe per il sindacato la violazione più evidente: riprendendo il regolamento di polizia municipale del Comune è stato fatto presente che “il comandante è sostituito dall’addetto di qualifica più elevata presente in servizio e, a parità di qualifica, dal più anziano” che non sarebbe il nominato Giuseppe Russo. Per la Cgil, quindi, tale decisione “non solo è illegittima ma genera responsabilità patrimoniale, ove non costituisca un vero e proprio abuso di ufficio”. Secondo il gruppo consiliare di “Cambiamo Partinico”, che ha a sua volta presentato un esposto alla Corte dei Conti, è stato violato il contratto di lavoro secondo cui “il comandate deve essere inquadrato nella categoria D” mentre Russo appartiene alla categoria “C”.

what is spending plan . get date coupon codes
Isabel Marant Sneaker How to Get Clothes for Free

5 reputable groups that get more hate compared to what they have accumulated
woolrich outletHow to Become a Swimsuit Model