Partanna-Al via il Coworking & FabLab

0
504

 

Inaugurato a Partanna lo spazio multifunzionale del Comune Coworking & FabLab in via Garibaldi: una iniziativa che potrebbe rappresentare un’ottima occasione di sviluppo per la città e il territorio. L’iniziativa, la prima in Italia realizzata da una pubblica amministrazione, è stata fortemente voluta dal sindaco Nicolò Catania e dal suo vice Antonino Zinnanti. Durante la due giorni di inaugurazione dei locali, sono stati proposti numerosi progetti imprenditoriali di cui si sono fatti entusiasti presentatori i rappresentanti delle diverse start up partecipanti alla selezione di idee; cinque di esse (la Mysium, la SuperManny, la Smartland, la Keiys e la Gobe in genere aziende in grado di produrre app di diverso tipo) saranno direttamente seguite dalla Digital Magics, una società di incubazione aziendale che ha un accordo di collaborazione con la struttura comunale di Coworking e FabLab.

“Un FabLab – spiegano il sindaco e il suo vice – è un laboratorio aperto agli associati e al pubblico che potranno avere accesso alle macchine del laboratorio per realizzare le loro idee imprenditoriali. Il Coworking prevede la condivisione degli spazi lavorativi all’interno di una struttura laboratoriale mentre si mantiene un’attività indipendente”. Nella sostanza ora e nei prossimi mesi sarà possibile presentare una innovativa idea imprenditoriale che, se valutata positivamente, potrà essere sostenuta dalla Digital Magics. Le cinque start up sono state selezionate alla presenza del vicepresidente della Regione Sicilia Mariella Lo Bello che è stata presente alla manifestazione. Nel suo intervento l’assessore regionale si è preso l’impegno di un sostegno all’iniziativa di FabLab e Coworking appena inaugurata nell’ambito delle progettualità del territorio. “Questa – ha ribadito il sindaco Nicolò Catania – importante iniziativa finalizzata alla crescita occupazionale e non solo del nostro territorio e dell’intero comprensorio, rientra nello scopo principale dell’intera amministrazione di creare le condizioni ottimali per lo sviluppo economico e per la valorizzazione delle energie giovanili del territorio. Sono certo – ha continuato il sindaco – che i colleghi primi cittadini del territorio si attiveranno, ognuno per la propria parte, nell’attività di divulgazione e di ricerca delle idee imprenditoriali per dare opportunità lavorative ai nostri giovani”. Alla due giorni sono stati presenti i sindaci o vicesindaci di Castelvetrano, Salaparuta, Gibellina e Alcamo.