Nino Papania non si candida più

    0
    367

    di Antonio Pignatiello

     

    Nino Papania non si candiderà più a Sindaco di Alcamo. Da giorni circolava già questa voce e ora è ufficiale. E’ lo stesso Senatore con un comunicato ufficiale a comunicarlo : “La decisione di non candidarmi è ormai certa e mi rendo conto che il Partito Democratico e la coalizione dovranno organizzarsi attorno ad un nuovo candidato ed a progetti ed idee che confermino gli scenari di qualità in atto e ne progettino di nuovi ed affascinanti.

    Ho ponderato a lungo con una riflessione ampia, con qualche amarezza, con la mia conosciuta determinazione.

    Penso che bisogna saper  ascoltare e bisogna guardare in tutte le direzioni.”

     

    Inizia così il comunicato. Bisognerà capire ora che significa guardare in tutte le direzioni e poi ci sarebbe da riflettere su quel “Qualche amarezza”. Di sicuro ora cambiano gli scenari. Forse non politici ma sicuramente di strategia.

    Prima le polemiche per l’accordo provinciale UDC-PD, poi la bomba carta, poi il manifesto del PDL che incitava gli alcamesi a liberarsi di Papania e Turano, quindi i giovani che si sono ritrovati essenzialmente con Alcamo Bene Comune  che hanno espresso non poche critiche a Nino Papania e anche al sistema amministrato politicamente in questi anni, poi magari altre cose e questioni politiche che si conosceranno a tempo debito, fatto sta che Nino Papania non è più il candidato sindaco di Alcamo.

    Papania nel comunicato parla della corrente Innovazione che guida insieme a Genovese e a livello nazionale  fa riferimento a Fioroni. E conclude: “Spero che questa mia decisione determini le condizioni per una competizione elettorale civile e democratica, fondata su programmi e idee.

    Amo la mia Città ed il suo futuro mi sta a cuore.

    Ringrazio quanti ripongono in me la loro fiducia e anche quanti civilmente mi criticano.

    Faccio un passo di lato, consapevole e sereno, per il bene della Città di Alcamo.”

     

    Insomma le amarezze per le critiche pubbliche, specialmente su internet, hanno avuto il loro ruolo. Il Pd ora se vorrà mantenere la carica di Sindaco dovrà scegliere un’altra personalità. Forse altre alleanze. E forse salta tutto per tutte le altre alleanze non solo nelle città ma anche per le prossime elezioni alla Provincia, alla Regione, ovviamente quando ci saranno, e quelle politiche.