Marsala, 3 condanne e 4 assoluzioni per usura

Il Tribunale di Marsala ha condannato tre persone per usura. Cinque anni di carcere e 10 mila euro di multa inflitti Giacomo Bilardello, 72 anni.

Gli altri due condannati sono Pietro De Vita, di 50 anni e Giuseppa Errante Parrino, di 51 anni di Castelvetrano. A De Vita sono stati inflitti un anno e 9 mesi di reclusione, a Errante Parrino un anno e mezzo. Per entrambi pena sospesa.

Il Tribunale ha disposto la confisca dei titoli di credito sequestrati nel 2009 al Bilardello e accordato risarcimenti alle parti civili, oltre a una decina di vittime, anche per l’Associazione Antiracket e Antiusura di Marsala.

Quattro imputati sono stati, invece, assolti. Si tratta di Elisa Conticelli Ottoveggio, di 54 anni, Bartolomeo Pacetto, di 52, di Mazara del Vallo, all’epoca dei fatti direttore dell’agenzia di Petrosino della Banca Popolare di Lodi, Nicolò Salvo, di 49, di Castelvetrano, e Giuseppe Burzotta, di 63 anni, di Mazara.