La LIDA scrive al Prefetto

    Una lettera indirizzata al Prefetto di Trapani, Marilisa Magno, per redigere un Piano provinciale di gestione del fenomeno del randagismo. L’iniziativa è della LIDA (Lega Italiana Diritti Dell’Animale) della provincia di Trapani, presieduta da Mirella Ghelli. L’associazione, che da anni lotta contro il randagismo attraverso l’attuazione della normativa vigente, ha cercato di coinvolgere i sindaci del Trapanese.

    Ai primi cittadini sono stati proposti degli incontri per discutere sulle leggi e sulle strategie da adottare per arginare il fenomeno. Tra le proposte dalla Lida figurano la sterilizzazione, la creazione di un’anagrafe canina, la realizzazione di un parco canile.

    All’invito hanno risposto in pochissimi. “C’è stata scarsa attenzione – dice Mirella Ghelli- da parte dei sindaci coinvolti”. Da qui, la decisione di rivolgersi al Prefetto di Trapani. Nei giorni scorsi l’associazione ha sporto denuncia presso la stazione dei carabinieri di Santa Ninfa per la strage di cani randagi avvenuta nel territorio del centro belicino.