I teatri Antichi siciliani per Athena

    0
    333

    “L’utilizzo sostenibile dei Teatri antichi per lo sviluppo dei territori, il contributo del Progetto Athena” e’ il titolo della conferenza internazionale che si svolgera’ giovedi’ 25 ottobre – a partire dalle 10 – al Museo Paolo Orsi.

    La collaborazione tra l’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identita’ siciliana, il dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’architettura dell’Universita’ degli Studi di Roma La Sapienza, responsabile scientifico del progetto Athena, coordinato dal “Department of Antiquities of Jordan”, ha consentito la realizzazione del rilievo, tramite scanner laser 3D, del Teatro Greco di Siracusa e la formazione di cinque giovani in queste tecniche.

    Il progetto, che e’ finanziato dalla Commissione Europea (Programma Euromed heritage IV), ha gia’ studiato i teatri di Petra e Jerash in Giordania, Merida in Spagna, Cherchell in Algeria e Cartagine in Tunisia, individuando metodologie e criteri operativi per la revisione dei piani di gestione dei teatri.

    L’utilizzo e la tutela di una rete di teatri del Mediterraneo costituiscono il binomio intorno al quale si svilupperanno i lavori della conferenza di Siracusa, che prevede una prima parte dedicata alla Cooperazione culturale ed una seconda sulla Ricerca applicata ai Teatri antichi. Conclude i lavori Amleto Trigilio, assessore dei Beni Culturali della Regione siciliana.