Giornate del Fai. Eventi all’aperto, visite al giardino Donnafugata di Pantelleria

Il Giardino pantesco Donnafugata di Pantelleria è uno dei luoghi italiani all’ aperto, inserito per le visite delle Giornate del Fai. Con visite guidate e lezioni di botanica in 200 luoghi che in 150 città aprono al pubblico in via eccezionale. il Fai ha indetto queste giornate per sabato e domenica in linea con le restrizioni messe in atto a causa della pandemia che rende difficoltose le visite all’interno di musei e altri luoghi. Il programma sul sito del Fai dove fino a domani è possibile prenotare le visite. Senza non si entra. Il Giardino pantesco Donnafugata di Pantelleria con un arancio secolare, circondato da un muro a secco di pietra che fa ombra alla pianta e raccoglie la rugiada, unica irrigazione in un’isola dove non piove quasi mai. Intanto sono ancora in corso le votazioni, promosse dal Fai che ha dato il via ai “Luoghi del Cuore”, il censimento per votare quei luoghi italiani che dovrebbero essere valorizzati e recuperati. In lizza per il 2020 anche sei siti alcamesi tra cui: il ‘Palazzo De Ballis: La Torre” risalente al ‘400 e tra i più antichi e prestigiosi di Alcamo. ‘Il palazzo Rocca: il giardino costruito nel 1629 ad opera della famiglia nobile dei Rocca. Oggi adibito in parte dalla canonica della chiesa dei Santi Paolo e Bartolomeo. E poi tre chiese, quelle di San Tommaso, la chiesa dei Santi Cosma e Damiano e di San Pietro, tra le più antiche presenti nel comune di Alcamo e risalente tra il 1327 al 1484. Tra i luoghi del cuore infine anche il Castello di Calatubo, arrivato nel 2014 terzo in classifica con oltre 71.000 voti, risultato che consentì così un contributo di 30.000 euro stanziato proprio dal Fai. Gli obiettivi del progetto sono quelli di sensibilizzare e portare all’attenzione degli stessi cittadini il valore dei patrimoni storici e artistici. La votazione per eleggere i “luoghi del cuore” italiani è partita lo scorso sei maggio e terminerà il prossimo 15 dicembre.