Emergenza occupazione, in Sicilia a pagare sono migliaia di giovani

0
162

I dati sono sempre più drammatici in un Sicilia affamata di lavoro dove a pagare sono soprattutto i giovani. A studiare sono in pochi. Ma anche chi si diploma trova un lavoro con difficoltà, sempre che ci riesca. L’ennesima impietosa fotografia della Sicilia viene della Commissione europea che piazza la Regione in fondo alla classifica per occupazione dei giovani in possesso di un diploma di scuola superiore: solo poco più di due su 10. “Nel 2018, l’82 per cento dei neodiplomati – spiegano da Bruxelles – era impiegato. In altre parole, l’82 per cento dei giovani di età compresa tra 20 e 34 anni che avevano conseguito con successo almeno un livello di istruzione secondaria superiore negli ultimi 3 anni e che non frequentavano l’istruzione superiore lavoravano”. “Questo dato – continuano i tecnici che gestiscono la banca dati della Commissione europea – è cresciuto per cinque anni consecutivi, rispetto a un minimo relativo del 75 per cento nel 2013, registrato a seguito della crisi finanziaria ed economica globale”. Ma in Sicilia a tre anni dalla maturità soltanto il 27 per cento dei giovani siciliani di età compresa fra i 20 e i 34 anni lavorava. L’anno precedente, nel 2017, il dato era più incoraggiante: il 31,5 per cento. A livello nazionale, lo specifico tasso di occupazione schizza al 56,4 per cento, più del doppio rispetto a quello siciliano e in aumento rispetto al 2017. Con i giovani emiliani diplomati che sfiorano il 75 per cento. Mentre la media europea è di poco al di sotto dell’81 per cento. “In 75 regioni, concentrate in gran parte della Repubblica Ceca, Germania, Paesi Bassi, Austria e Svezia, il livello di occupazione dei giovani diplomati supera il 90 per cento”, concludono da Eurostat. E in alcune regioni, come in quella della Bassa Baviera, in Germania, o della Borgogna in Francia si supera il 97 per cento. Ecco una delle possibili spiegazioni per cui tantissimi giovani siciliani preferiscono fare le valigie e recarsi all’estero.