Crocetta sempre più solo

0
430

Dopo essere andato sotto per la proroga dei commissari alle province Crocetta perde ancora pezzi all’Ars. La discussione in commissione bilancio va avanti con i fuochi artificiali e Bianchi dopo aver ritirato la norma sulle case abusive ha ritirato anche la riforma delle società partecipate su pressione del presidente Nino Dina (Udc) che sfruttando le perplessità di vari altri deputati ha chiesto «un disegno di legge autonomo per una riforma tanto delicata».

Il piano del governo prevedeva, tra l’altro, il salvataggio di Sicilia e Servizi, che gestisce tutti gli apparati informatici della Regione ma che era avviata alla liquidazione. Bianchi ha scelto di soprassedere conservandosi la carta della presentazione dell’emendamento direttamente in aula, ma nulla ha potuto poi contro il no della commissione a un articolo che avrebbe inasprito i controlli sui bilanci di enti regionali e società varie: soppresso anche questo.

Bloccati anche i contratti per i dirigenti  e ora Crocetta che vuole continuare dritto per la sua strada nonostante tutto rischia di cadere e si prospettano le elezioni.