Costone tufaceo sulla SS 187, punto e a capo. Altra frana alle porte di Castellammare

Quel costone, nonostante gli interventi di un paio di anni fa effettuati dal Genio Civile, continua a destare preoccupazione. È infatti arrivato un nuovo cedimento della parete tufacea, sulla statale 187, prima del bivio per la spiaggia Playa, alle porte di Castellammare del Golfo. Non si tratta dello stesso punto interessato tempo fa dai lavori di messa in sicurezza ma riguarda pur sempre la strada che porta dalla stazione ferroviaria al centro abitato. I tecnici comunali hanno già effettuato i dovuti sopralluoghi e sono state avviate le procedure di messa in sicurezza.

“Prevederemo – ha detto il sindaco Nicola Rizzo – una deviazione con accesso alternato tramite semaforo. La zona per geomorfologia è a rischio cedimenti. Una parte del costone è stata messa in sicurezza con finanziamento della protezione civile regionale, – ha spiegato il primo cittadino castellammarese – dopo un precedente e più imponente crollo nel 2019”. Polizia municipale, personale dell’ufficio tecnico, protezione civile, carabinieri e vigili del fuoco si sono recati sul posto, con il sindaco Nicola Rizzo e con l’assessore alle manutenzioni stradali Leonardo D’Angelo, per verificare le condizioni dell’area. Il sopralluogo ha ulteriormente dimostrato come quel costone va messo totalmente e definitivamente in sicurezza. “Occorre mettere in sicurezza tutto il costone per le continue frane, anche se quest’ultima di più modesta entità rispetto alle precedenti ma pur sempre molto pericolosa per l’incolumità dei cittadini – ha affermato il sindaco di Castellammare del Golfo”.

Nel 2019 i lavori sulla stessa parete tufacea, all’altezza del chilometro 42,900 della 187 furono finanziati dal dipartimento regionale di Protezione Civile per 270 mila euro e il tratto venne messo in sicurezza. Sono però rimaste altre aree scoperte. “Stiamo procedendo con una verifica più dettagliata da parte dei tecnici e vigili del fuoco – ha concluso Nicola Rizzo – così da stabilire gli interventi necessari ed urgenti a protezione della strada e di tutti coloro che vi transitano”.