Comune di Alcamo verso il futuro, avviato “portale telematico polifunzionale’

Passo avanti importante, per il comune di Alcamo, nello smaltimento dei tempi di attesa per gli utenti e nell’abbattimento dell’uso della carta. Ma non solo. Il nuovo portale telematico del cittadino, presentato ieri e già entrato in funzione, rappresenta una vera e propria rivoluzione digitale che consentirà di accedere da casa o da qualsiasi smartphone alla maggior parte dei servizi comuna, gli stessi servizi che fino venivano resi soltanto in presenza. Anche e soprattutto per i certificati non sarà più necessario sottoporsi alle snervanti code negli uffici comunali. Basterà collegarsi da casa, possedere una stampante e ricevere il certificato, stampabile, senza alcun costo. Per accedere allo sportello telematico polifuzionale del comune di Alcamo serve, oltre al computer o telefonino e la connessione a internet, una semplice autentificazione.

Potrà essere fatta con lo SPID o tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi) oppure con la carta d’identità elettronica. “Portiamo a compimento – ha detto il sindaco Domenico Surdi – un lavoro iniziato nel 2019 e che proietta la nostra città veramente nel futuro. Trasparenza, efficienza e qualità dei servizi sono le parole chiave –  ha concluso il primo cittadino alcamese – su cui continuare a lavorare”. Sono sedici le sezioni dello sportello telematico polifuznionale, fra queste anche quella per comunicare con l’amministrazione. Poi ambiente, attività produttive, edilizia, risorse umane, lavori pubblici e mobilità, patrimonio, polizia municipale, servizi cimiteriali, certificati on-line, tempo libero sport e cultura, servizi demografici, tributi, scuola e infanzia, servizi sociali e infine la sezione “mettiamoci la faccia”. Quest’ultima rappresenta la possibilità che avranno gli alcamesi-utenti di dare un voto, con tanto di motivazione, alla funzionalità del servizio telematico.