C/mmare del Golfo: Comune, premi produttività per tutti

Tutti promossi appassionatamente e il Comune paga. O meglio i cittadini pagano. Soldi a cascata che arrivano a tutti i responsabili di posizione organizzativa all’interno dell’ente municipale di Castellammare del Golfo. Così ha deciso il sindaco, Nicola Coppola, dopo avere preso visione delle relazioni fatte dagli stessi responsabili di ogni singolo Settore che compone la macchina burocratica. In tutto nelle tasche ei burocrati arrivano quasi 15 mila euro, ovviamente soldi extra oltre agli stipendi di base tabellari che sono previsti. Unico responsabile che non ha goduto di questi emolumenti è stata l’ingegnere Francesca Usticano ma per il semplice motivo che al momento si trova in posizione di comando presso l’Ufficio del Commissario Straordinario Delegato Rischio Idrogeologico della Regione Sicilia, quindi di fatto non svolge alcuna mansione per il Comune castellammarese. Da sottolineare che in pratica il responsabili di Settore si sono promossi praticamente da soli: hanno infati redatto e inviato al sindaco la relazione rispetto ai risultati conseguiti in funzioni degli obiettivi che erano stati posti dallo stesso primo cittadino. Ebbene, neanche a dirlo, nessuno si è praticamente bocciato. Chi ha fatto peggio, ma si fa solo per dire, sono stati il I ed il V Settore, guidati rispettivamente da Simone Magaddino e Giorgio Collura, la cui valutazione è stata di 89 su un massimo di 100 punti. Ma tanto comunque gli è bastato per incassare comunque il premio. Tutti gli altri hanno addirittura raggiunto risultati eccezionali: il III Settore dell’ingegnere Simone Cusumano ha raggranellato 98 punti su 100, addirittura il massimo consentito il II Settore ed il Suap, lo sportello unico delle attività produttive, le cui redini sono in mano di Gianluca Coraci e Giacomo Gervasi. A rimanere all’asciutto soltanto il IV Settore ma, come sottolineato dal sindaco, semplicemente perché non è stata inviata alcuna relazione e quindi si riserva di pagare il premio nel momento in cui sarà trasmessa. Il premio più alto spetta a Magaddino a cui vanno 3 mila e 500 euro, segue Coraci con 3 mila e 100 euro, Cusumano si ferma a 2 mila e 900 euro, il ragioniere Gervasi arriva a 2 mila e 700 euro e chiude Collura con poco meno di 2 mila e 500 euro. Nulla da dire su questi premi che sono frutto della cosiddetta “retribuzione di risultato” che è prevista espressamente da un articolo del contratto collettivo nazionale di lavoro del pubblico impiego e varia dal 10 al 25 per cento della retribuzione di posizione, cioè dallo stipendio base, limite massimo elevabile al 30 per cento in alcune circostanze. Insomma, tutto in regola. Il problema che ci si pone semmai è un altro: ma perché per le figure apicali delle pubbliche amministrazioni la spending review praticamente non esiste? Da considerare che annualmente il Comune per pagare i suoi responsabili di Settore sborsa all’incirca 70 mila euro l’anno.

 

to name but a few
louis vuitton handbags Lily Allen Designs for Lucy In Disguise

trends illustration stock portfolios
woolrich jassenEmerging Designer Brings the Midas Touch and Takes Top Design Honor