Castelvetrano-Lite ed accoltellamento, arrestato 29enne

0
349

 

TummarelloCon l’accusa di lesioni aggravate è finito in manette e sottoposto, su disposizione della Procura di Marsala, agli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida dinanzi al G.I.P. lilibetano, che, ieri, ha confermato l’arresto del castelvetranese Giuseppe Tummarello, 29 anni, È questo l’epilogo della vicenda che ha avuto inizio alle 5 del mattino di domenica 13 dicembre, quando al culmine di una drammatica lite avvenuta nei pressi di un parcheggio antistante un pub di Castelvetrano, il giovane, già noto alle forze di polizia, avrebbe accoltellato un 36enne, A. M., anch’egli castelvetranese. Una discussione, nata – pare – per futili motivi, all’interno del locale e degenerata, poi in una colluttazione, complice anche qualche birra di troppo. Poi, secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri, Tummarello avrebbe estratto il coltello dalla tasca e colpito all’addome l’altro, scappando subito dopo. Il 36enne, rimasto gravemente ferito, è stato trasportato dal personale del 118 al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele II, dove è arrivato ormai privo di conoscenza. Qui è stato immediatamente sottoposto ad un delicato intervento chirurgico con prognosi riservata, sciolta soltanto dopo che, ristabilizzatosi, è stato dimesso con 25 giorni di convalescenza per trauma facciale con frattura delle ossa nasali e ferita da taglio. Sul posto era intanto intervenuta una pattuglia del N.O.R.M. dei Carabinieri di Castelvetrano, che identificato l’aggressore, lo ha rintracciato a casa, dove, a seguito della perquisizione, sono stati trovati gli abiti ancora intrisi di sangue, nascosti sotto una poltrona. Condotto in caserma Tummarello ha ammesso di aver colpito il suo conoscente con un coltello a serramanico. Il Gip, in seguito al giudizio di convalida ha anche disposto per il giovane gli obblighi di dimora nel comune di residenza e di presentazione tutti i giorni alla Polizia Giudiziaria.