Castellammare del Golfo-Trovata la “pezza” al pasticcio sul comandante di polizia municipale

Dopo il pasticcio la pezza. Risolto il giallo del comandante della polizia municipale a Castellammare del Golfo: alla fine niente più soluzione interna ma la nomina di un esterno per mettere ordine ad una situazione che era divenuta pericolosa. Il sindaco Nicola Coppola alla fine ha nominato Castrense Ganci, 60 anni, in distacco temporaneo dal Comune di Monreale dove era vicecomandante.

Ganci è stato accolto ieri dal primo cittadino  dall’assessore alla Polizia municipale Maurizio Paradiso che hanno accompagnato il nuovo comandante a visitare gli uffici municipali. Il neocapo dei caschi bianchi, con un incarico fino al 31 dicembre prossimo, prende il posto di Giorgio Collura, in servizio a Castellammare dal 2010 e qualche mese fa trasferitosi, a seguito di bando, a Calatafimi Segesta.

Il pasticcio si era creato dopo che il sindaco aveva inizialmente nominato come successore di Collura il ragioniere Giacomo Gervasi, attuale responsabile del Suap del Comune. Una nomina che alla fine si sarebbe rivelata illegittima e su cui addirittura si sussurra che ci sarebbe un’indagine in corso da parte dei carabinieri. In seguito a questa bufera lo stesso sindaco ha prima sospeso l’atto di nomina e successivamente ha dovuto di suo pugno annullare tutto.

Il profilo di illegittimità della nomina starebbe tutto nel fatto che all’atto di interpello interno al Comune per la nomina del comandante hanno risposto in 8 per ricoprire il ruolo. Tutti però avevano un profilo D1 e non D3 come invece richiederebbe il ruolo. Il segretario comunale ha stoppato tutto per una semplice ragione: la scelta di uno degli 8 candidati avrebbe significato una promozione, quindi una progressione verticale.

A questo punto il Comune avrebbe dovuto procedere in realtà, proprio per mancanza di tale professionalità ad un concorso, cosa che non ha fatto il primo cittadino il quale ha per l’appunto proceduto ad una nomina diretta prima di annullare tutto.

“Siamo certi che Castrense Ganci saprà fin da subito prendere in mano le attività di controllo proprie del settore e lavorerà a sostegno ed in difesa dei cittadini – affermano il sindaco Coppola e l’assessore Paradiso -. Ganci, infatti, è stato scelto per esperienza e professionalità valutando un curriculum con numerosi incarichi di responsabilità in varie città, ruoli di consulenza e sovra ordinazione, nonché riconoscimenti legati alla sua attività professionale. Riteniamo che possa dare un importante contributo organizzativo e di efficienza alla polizia municipale che ha un ruolo fondamentale in una città ormai ad economia prevalentemente turistica”.

NELLA FOTO DA SINISTRA PARADISO, GANCI E COPPOLA