Castellammare del Golfo-Rifiuti, arriva l’ok definitivo al Ccr comunale

0
437

Arrivano tutti i pareri definitivi: a Castellammare del Golfo è autorizzato il Ccr di contrada Mortilli-Pagliarelli. A seguito dell’ultima conferenza di servizi sono arrivate le necessarie autorizzazioni a seguito della verifica da parte degli enti competenti delle riserve che erano state date alla precedente conferenza dell’aprile scorso. Riserve che erano state date dall’Asp di Trapani che aveva subordinato il rilascio del nulla osta alla realizzazione di un secondo pozzetto per la raccolta in casi di emergenza del percolato in eccesso, di una tettoia sopra il cassone per la raccolta dell’organico e della conformità degli scarichi della postazione lavorativa; i vigili del fuoco del comando provinciale di Trapani invece si sono riservati di dare il parere positivo solo dopo la realizzazione di un impianto idrico antincendio. L’ingegnere Simone Cusumano, responsabile del III Settore del Comune castellammarese, aveva immediatamente raccolto tutti questi paletti aggiustando quindi il progetto secondo quanto richiesto da azienda sanitaria e pompieri. Gli stessi hanno verificato l’ottemperanza a queste prescrizioni ed hanno quindi dato il loro ok definitivo. L’impianto è in grado di ospitare rifiuti di ogni genere, anche elettrodomestici dismessi, per un breve periodo in attesa del loro definitivo stoccaggio. Per Castellammare una vera e propria boccata d’ossigeno considerato che non esiste al momento nel territorio un impianto del genere e sicuramente un’ottima alternativa in caso di problemi connessi magari alla discarica di Trapani, che tra l’altro di questi tempi sono anche abbastanza frequenti. Proprio in questo periodo Castellammare sta vivendo un momento di grande difficoltà per via della restrizione imposta dalla Regione a conferire rifiuti in discarica. Il centro di raccolta potrà in qualche modo attutire il problema anche se si sta prolungando eccessivamente e quindi comunque il rischio dell’emergenza è sempre più dietro l’angolo per la cittadina castellammarese. Il centro di raccolta appena autorizzato in via definitiva si trova all’estrema periferia sud-est del centro abitato, ed è ampio all’incirca 2 mila e 100 metri quadrati. L’Asp ha espresso parere favorevole al progetto aggiornato dal Comune dando parere favorevole sul piano igienico-sanitario fermo restando che l’utilizzo del secondo pozzetto destinato per la raccolta di percolato sia assolutamente considerato esclusivamente come soluzione occasionale per eventuale emergenza e la gestione del percolato stesso avvenga nel rispetto delle vigenti normative da parte dell’ente gestore.