Calatafimi, iniziano i riti del SS. Crocifisso

    0
    382

    Con la Processione nel giorno di Pasqua della Santa Croce d’argento, così come vuole la tradizione, portata dal più giovane sacerdote del Paese, iniziano a Calatafimi i riti in vista della Festa che tutto il popolo di Calatafimi dedica ogni 7-8 anni al suo Patrono, il SS. Crocifisso.

    La Processione avrà inizio alle 15,30.

    Domani pomeriggio, tutto il popolo ed il Ceto dei Mugnai, con il loro emblema, si stringerà così attorno alla Croce d’argento (donata dal Ceto dei Mugnai assieme alla casa Noledo nel 1774) che in processione sarà portata dal Santuario del SS. Crocifisso alla chiesa dell’ex monastero di S. Caterina, dove alcune donne del Paese (un tempo questo era compito delle suore benedettine), l’adorneranno di fiori di smalto e di seta.

    In questa chiesa la Croce viene custodita e venerata fino alla vigilia del primo giorno di festa, in programma il 30 Aprile, quando verrà ricondotta sempre in processione al suo Santuario, preceduta da fanciulli che recano gli oggetti sacri d’oro e d’argento. Una manifestazione che si può definire “autentica e quanto mai singolare mostra d’arte itinerante”. Protagonisti sono un centinaio di bambini fra i 7 e gli 11 anni, che sfilano in processione portando un oggetto che fa parte del tesoro del SS. Crocifisso.

    La processione della domenica di Pasqua è aperta, dal 1776, dai Mugnai compito che prima era affidato alla “Maestranza”, segue quindi il Clero con il suo ricchissimo stendardo che risale al 1777.

    Quando è in programma la Festa del SS Crocifisso, a Calatafimi il Venerdì Santo non viene approntata la Processione del Cristo Morto (Cunnutta), in questo modo il popolo viene a conoscenza dell’imminente festa.