Bonus socio sanitario: “Tagli inammissibili”

    “Nel distretto socio-sanitario 55, che comprende i comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi Segesta, sono circa 150 le famiglie che beneficiano del bonus socio-sanitario. E’ quindi più che mai necessario ripristinarlo, attivando politiche sociali virtuose a sostegno dei nostri concittadini”.

    Lo afferma l’assessore alle Politiche Sociali, Angelo Palmeri, che spiega: “La mancanza di risorse sarebbe la motivazione che ha spinto la Regione a bloccare i fondi destinati all’erogazione del buono socio-sanitario per il 2012, destinato alle persone non autosufficienti (anziani e disabili).

    A pagarne le conseguenze saranno le diverse migliaia di famiglie siciliane che usufruivano del buono per alleviare i costi per l’assistenza dei loro familiari anziani, non autosufficienti, disabili gravi o malati cronici”.

    “In un momento di crisi come quello attuale – continua l’assessore Palmeri- proporre una politica sociale basata su tagli scellerati è inammissibile. Sollecito i rappresentanti regionali eletti in provincia di Trapani a spendersi nelle sedi opportune, con la stessa forza profusa per le campagne elettorali in corso nel nostro territorio, proponendo di dirottare risorse al rifinanziamento del bonus socio-sanitario, un contributo annuo di cui necessitano numerosi nuclei familiari”.